Informativa sulle misure approvate per stimolare l’economia a Cuba

Print Friendly, PDF & Email

Il Presidente dei Consigli di Stato e dei Ministri, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, e i Ministri d’Economia e Pianificazione, Finanze e Prezzi, Lavoro e Previdenza Sociale hanno partecipato ieri alla prima Tavola Rotonda dedicata ad offrire più dettagli sulle misure adottate di recente dal Consiglio dei Ministri.

Il presidente cubano, Miguel Díaz-Canel, ha espresso alcune considerazioni finali in questa Tavola Rotonda.
Ha chiamato a prepararsi per l’implementazione concreta delle misure in ogni luogo. Ha detto che anche se la Tavola Rotonda non ha coperto tutti i dettagli, ha soddisfatto gli interrogativi più importanti e che «siamo obbligati a pensare come paese per non tornare alle condizioni del periodo speciale».
Ha affermato che le misure suppongono una base per l’ordine futuro e ci preparano per sostituire metodi amministrativi per metodi economici e finanziari.
————————————————————————————-
La ministra di Finanze e Prezzi, Meisi Bolaños Weiss, ha spiegato che è necessaria la riduzione del bilancio del paese dopo l’applicazione delle misure ed ha chiarito che la popolazione dev’essere partecipe nel processo di revisione dei prezzi.
————————————————————————————-
Nel mezzo dell’approvazione del Titolo III della Legge Helms-Burton, che indurisce il blocco contro Cuba molti detrattori del socialismo cubano hanno dato per scontato un ritorno al periodo speciale, ma senza dubbio la Rivoluzione ha dimostrato, come tante altre volte nella storia che al disopra di tutte le avversità la priorità è e continuerà ad essere il popolo. Conosca i dettagli qui: www.granma.cu
———————————————————————————-
Margarita González Fernández assicura che non si esclude nessuno del settore statale nell’incremento dei salari.
Afferma che la misura comprende tutti i lavoratori del settore statale e non si esclude nessun lavoratore e il salario minimo s’incrementa a 400 pesos.
La Ministro ha spiegato l’incremento salariale del settore statale ponendo come esempio i settori dell’educazione e la stampa e ha segnalato che il salario medio sarà di 1 067 pesos.
———————————————————————————-
Alejandro Gil Fernández, ministro d’Economia e Pianificazione, ha spiegato che le misure adottate sono incamminate a stimolare le politiche di governo approvate ed afferma che tra gli obiettivi di queste misure c’è l’eliminazione degli ostacoli che rendono difficile il vincolo produttivo tra i differenti attori economici tra il settore statale e quello non statale.

Commenta, che è necessario sostituire le importazioni creando meccanismi per questo così come rendere flessibile la pianificazione senza perdere la sua pianificazione centrata e che si devono ascoltare le proposte del piano dalla base e distruggere il concetto «non si può fare quello che non è nel piano».

Ossia il piano non può essere una camicia di forza né la sua elaborazione né la sua esecuzione, ma lo si deve aggiustare allo scenario del momento.
Poi ha precisato che si deve incrementare il pagamento degli utili ai lavoratori da tre salari medi a cinque, in accordo con il compimento di certi requisiti.
Si deve incrementare la captazione di divise che escono dal paese in funzione dello sviluppo e creare prodotti finanziari produttivi che permettano di captare un maggior numero di rimesse.

Il titolare ha spiegato l’importanza di rinforzare l’impresa statale, per cui si deve sviluppare un’istituzione finanziaria. Si deve permettere che le imprese possano ritenere totalmente o parzialmente la super produzione delle esportazioni (per investire).
Deve migliorare l’incentivo del lavoro mediante l’incremento del salario del settore statale e il perfezionamento del salario nel sistema delle imprese.

Gil ha sottolineato il lavoro che si deve realizzare nella struttura d’offerta con l’obiettivo d’evitare l’aumento dei prezzi nel mercato e prevenire che i processi di sviluppo locale incitino all’importazione, ossia tentare di ottenere il maggior beneficio possibile dalle risorse assegnate.

Ha spiegato che l’incremento del salario si realizza al settore statale che offre beni e servizi che non si pagano, che sono gratuiti e non hanno influenza nei costi ed ha indicato che «Siamo in condizione d’implementare le misure con successo e che queste siano a beneficio della popolazione».
————————————————————————————
Il presidente Díaz-Canel ha spiegato le ragioni delle misure pianificate ed ha spiegato le analisi realizzate, e riferendosi all’incremento salariale ha riaffermato che : «Non contraddice quello che faremo nel futuro ed è un primo passo».
Il Presidente dei Consigli di Stato e dei Ministri, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, e i Ministri d’Economia e Pianificazione, Finanze e Prezzi, Lavoro e Previdenza Sociale partecipano oggi alla prima Tavola Rotonda dedicata ad offrire più dettagli sulle misure adottate di recente dal Consiglio dei Ministri

QUALI SONO STATE LE MISURE APPROVATE?

• Il Consiglio dei Ministri ha approvato un gruppo di misure per stimolare l’economia e tra queste un incremento del salario nel settore statale e anche delle pensioni per dare una maggiore risposta alle necessità della popolazione e dell’economia, incentivando l’attiva partecipazione di tutti gli attori nella ricerca di soluzioni e nello scontro con l’assedio economico che impone il governo degli Stati Uniti
•«Non è l’incremento salariale finale al quale andiamo ma è bastante significativo per le condizioni in cui ci troviamo», ha indicato il Presidente di Cuba
•Il proposito è – ha assicurato il Presidente -che questa decisione si cominci ad applicare nel salario del mese di luglio per far sì che prima che finisca l’estate i lavoratori ricevano i primi benefici.
•Per il settore statale il salario minimo s’incrementa a 400 pesos e il salario medio mensile per lavoratore si eleva a 1067. Questa misura comprende un milione 470mila 736 lavoratori degli organismi e dell’Amministrazione Centrale dello Stato, degli organi locali del Potere Popolare, le organizzazioni e le associazioni, ed ha un costo stimato annuale di 7mila 50 milioni di pesos
• Nel caso della Previdenza Sociale, si considereranno gli incrementi realizzati nel novembre del 2018 alla pensione minima e questa si mantiene a 242 pesos. Il resto delle persone che sino ad ora non hanno ricevuto nessun aumento e ricevono pensioni inferiori a 500 pesos ora saranno beneficate con l’approvazione di nuove misure e questo favorirà un milione 281mila 523 persone, con un costo stimato annuale di 700 milioni di pesos.
• La Previdenza Sociale non avrà cambi dopo l’aumento realizzato nel novembre del 2018 quando la quantità si fissò in 218 pesos.
• Si generalizzerà l’applicazione del Contributo speciale alla Previdenza Sociale, ai lavoratori del settore statale come parte del principio che tutti si apporti al finanziamento delle spese che coprono le prestazioni per questo concetto. Avranno un tipo impositivo del 2,5 % coloro che ottengono entrate mensili sino a 500 pesos e del 5% quelli che ricevono salari superiori ai 500 pesos.
• Con l’obiettivo d’evitare l’effetto inflazionario della misura il Ministero delle Finanze e Prezzi disporrà i meccanismi necessari in tutta l’economia che permettano di attenuare possibili incrementi dei prezzi.
• Il Presidente cubano ha indicato che i ministeri implicati devono stabilire meccanismo per stare al tanto dei prezzi e vedere dove si muove il consumo «così avremo il tempo di rettificare qualsiasi elemento e di evitare inflazioni».
• Díaz-Canel ha richiamato l’attenzione sulla necessità d’essere razionali nel completamento dei documenti e chi inizierà a lavorare dovrà essere quello che renderà di più perché la misura non è per gettare il denaro ma per stimolare chi lavora ad apportare di più.
• Inoltre ha insistito che partendo da adesso è urgente preparare bene i quadri per evitare interpretazioni sbagliate e dare un seguito sostantivo al comportamento di questi temi.

da Cubainformazione, traduzione di Francesco Monterisi

Potrebbero interessarti anche...