L’ONU riconosce gli sforzi della Bolivia nella lotta agli incendi in Amazzonia

Print Friendly, PDF & Email

La presidente dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, María Fernanda Espinosa, ha incontrato l’ambasciatore della Bolivia presso le Nazioni Unite e ha elogiato gli sforzi della Bolivia nella lotta contro gli incendi dell’Amazzonia che hanno colpito Brasile, Bolivia, Perù e Paraguay.

Ciò avviene tra le critiche rivolte a Bolsonaro per inazione, mentre la Bolivia è stata elogiata per aver profuso grandi sforzi per provare a spegnere gli incendi nel paese.

Addirittura il presidente Morales è sceso in campo brandendo pale e manichette antincendio insieme a volontari, militari e le brigate dei Vigili del Fuoco boliviani.

La Bolivia ha intensificato in modo significativo gli sforzi per combattere gli incendi che hanno colpito il paese, in particolare nella zona delle tre frontiere tra Brasile e Paraguay.

Domenica, Evo Morales ha annunciato che il governo ha mobilitato “2000 soldati e 450 pompieri che insieme ai volontari sono supportati da 4 elicotteri, tre aerei e il Supertanker che stanno lavorando per controllare il fuoco. Continueremo a rafforzare queste operazioni”.

Quindi nella giornata di lunedì è stato annunciato che il numero di coloro che si sono mobilitati contro l’incendio è salito a 4000.

Cifra che include pompieri, soldati, polizia, volontari e veterinari per curare gli animali.

Il governo ha anche stabilito piani per l’acquisto del “Supertanker” attualmente noleggiato. Il “Supertanker” è un Boeing 747, pensato per essere il più grande velivolo cisterna del mondo, in grado di trasportare 150.000 litri di acqua, equivalenti a circa 100 cisterne regolari.

Sono stati segnalati alcuni progressi, il governo ha annunciato una significativa riduzione delle aree di calore e Morales ha confermato che il “Supertanker” è riuscito a fermare l’avanzata dell’incendio e impedirne la diffusione nella riserva ecologica “Tucavaca”, grande 262.305 ettari.

Contrariamente agli sforzi del governo progressista della Bolivia, il presidente di estrema destra del Brasile Jair Bolsonaro ha fatto ben poco per combattere gli incendi, respingendo un’offerta del G7 per aiutare a finanziare gli sforzi antincendio e propagandando una falsa immagine di ciò che il suo governo sta facendo combattere gli incendi.

Fonte: teleSUR

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: