La Cepal (commissione ONU) critica con le misure coercitive imposte dagli USA al Venezuela

La Segretaria Esecutiva della Commissione Economica delle Nazioni Unite per l’America Latina e i Caraibi (Cepal), Alicia Bárcena, ha criticato le misure unilaterali e coercitive imposte dal governo degli Stati Uniti al Venezuela.

Durante un incontro con il ministro della Pianificazione del Venezuela, Ricardo Menéndez, ha dichiarato di essere fiduciosa con i dati sociali presentati dal governo bolivariano.

L’incontro si è tenuto a Montevideo, capitale della Repubblica Orientale dell’Uruguay, per quanto riguarda lo svolgimento della XVI Conferenza dei Ministri e Capi di Pianificazione dell’America Latina e dei Caraibi.

Questo evento discute i progressi della pianificazione in materia economica e sociale, oltre ai progressi nel rispetto degli accordi firmati davanti alla Commissione Economica per l’America Latina e i Caraibi, nell’ambito del Sistema delle Nazioni Unite, afferma il Ministero della Pianificazione del Venezuela in un comunicato stampa.

Oltre a discutere la costruzione di nuovi modelli di decolonizzazione commerciale, territorio, tecnologia e rottura con lo schema imperialista, il Venezuela cercherà anche di promuovere il dialogo e la cooperazione nella pianificazione e nella gestione pubblica nel quadro del rispetto dell’indipendenza e della sovranità di ogni paese.

Fonte