Archiviano in Spagna una causa relazionata con la Legge Helms-Burton

Print Friendly, PDF & Email

La giustizia spagnola ha ordinato di archiviare una denuncia esposta dalla famiglia Sanchez-Hill contro Meliá Hotels Internacional, prima sentenza di un tribunale europeo dopo l’attivazione della legge statunitense Helms-Burton contro Cuba.

I querelanti pretendevano basare il loro reclamo nel supposto sfruttamento illegittimo di alcuni hotel a Cuba, costruiti su terreni nazionalizzati dalla Legge 890 del 1960, dettata dalla Rivoluzione Cubana, e gestiti dal gruppo Meliá dal finale degli anni 80 e principio degli anni 90, puntualizza l’informazione.

La sentenza risulta essere contundente affermando che un tribunale spagnolo non è competente per entrare a stimare, tra le altre cose, se la nazionalizzazione fatta dallo stato cubano nell’anno 1960 è stata o no lecita.

D’accordo col testo, il Tribunale di Prima Istanza 24 di Palma di Maiorca ha appena dettato sentenza che considera validi nella loro totalità gli argomenti esposti da Meliá Hotels International nella declinatoria di giurisdizione e competenza giudiziale internazionale esposta da detta Compagnia di fronte alla denuncia interposta dalla società Centrale Santa Lucia, della famiglia Sanchez-Hill.

In questo senso, il tribunale ha percepito chiaramente che in realtà l’oggetto del procedimento passava obbligatoriamente per il previo procedimento giudiziario della liceità dell’atto di nazionalizzazione fatto a suo tempo dal governo cubano, concludendo con rotondità che un tribunale spagnolo non può decidere se la nazionalizzazione di uno stato sovrano è stata o no lecita.

Meliá Hotels International, che è seguito in questo procedimento dal prestigioso studio di avvocati Garrigues, ha manifestato la sua totale soddisfazione per una risoluzione che, con assoluto rispetto al diritto applicabile, inizia la necessaria chiarificazione dei limiti reali che certe pretese e prepotenze extraterritoriali di questo genere possono arrivare ad avere.

Fonte

Potrebbero interessarti anche...