I Fernandez, nuovo governo in cammino in Argentina

Print Friendly, PDF & Email

A 21 giorni dalla cerimonia di assunzione, l’eletto presidente argentino Alberto Farnandez e la sua vicepresidentessa Cristina Fernandez profilano oggi le strategie per la tappa futura.

Effettivamente, c’è molto da fare ed il nuovo mandatario non si è fermato un secondo. Da viaggiare in Messico, a riunirsi con vari settori, ma soprattutto con un numeroso gruppo di personalità politiche e sociali per mettere in moto, un giorno dopo la cerimonia di investitura, il 10 dicembre, il piano per una Argentina senza fame.

Dopo due settimane a Cuba, a dove ha viaggiato per stare con sua figlia Florencia Kirchner, ricoverata in quell’isola, l’ex mandataria ed ora vicepresidentessa eletta Cristina Fernandez ha sostenuto un incontro di poco più di tre ore col nuovo mandatario, in cui, come hanno fatto conoscere, hanno controllato l’agenda che porteranno avanti in questo nuovo ciclo, quasi alle porte.

Siamo amici, era da due settimane che non la vedevo ed abbiamo parlato di tutto, soprattutto su come sta il paese, ha detto alla stampa il presidente eletto, dopo precisare che il Gabinetto di ministri è già essenzialmente completo.

Fino ad ora, il nome quasi confermato degli eletti dai Fernandez sarà Daniel Arroyo, che potrebbe dirigere il difficile portafoglio dello Sviluppo Sociale, uno dei più sensibili.

“Daniel è la persona che più conosce il tema sociale”, e poi ha aggiunto per scherzo che “ancora non gli ho fatto l’offerta, forse mi dice di no”.

Mentre il nuovo presidente e la nuova vicepresidentessa dell’Argentina lavorano in questa tappa di transizione, nel Congresso ci saranno anche molti cambiamenti ed il prossimo 28 novembre giureranno i 24 nuovi legislatori che entreranno alla Camera Alta, che sarà precisamente diretta da Cristina, come stabilisce la legge argentina.

Ci sarà molto lavoro dopo il 10 dicembre ed Alberto Fernandez ha già anticipato che convocherà a sessioni straordinarie. Le cose più immediate saranno discutere la legge delle leggi ed il presupposto per il 2020.

Intanto, si è saputo che prima di lasciare la presidenza, Macri programma i suoi due ultimi viaggi all’estero come mandatario, il primo in Spagna per partecipare al Vertice sul cambiamento climatico e l’altro al Vertice del Mercosur, in Brasile.

Fonte

Potrebbero interessarti anche...