Díaz-Canel: “Che il Sistema giudiziario si caratterizzi per la sua etica, l’impegno e l’onestà”

Print Friendly, PDF & Email

Il Presidente ha assistito alla cerimonia d’apertura dell’anno giudiziario nel Tribunale Supremo d Cuba.

Il Presidente della Repubblica, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, ha assistito alla Cerimonia d’inizio dell’Anno Giudiziario nel Tribunale Supremo Popolare, accompagnato da José Ramón Machado Ventura, Secondo Segretario del Comitato Centrale del Partito, e da Esteban Lazo Hernández, presidente dell’Assemblea Nacional del Potere Popolare, giornaya nella quale
il Sistema del Tribunale cubano ha analizzato i principali risultati dell’attività giudiziaria nel 2019 e sono state esposte le proiezioni strategiche per continuare ad esercitare nel nuovo anno in corso una giustizia con maggior qualità.

Realizzato con la premessa di Giustizia effettiva e trasparente, l’incontro ha permesso d’analizzare le deficienze e le soluzioni della massima autorità giudiziaria del paese.

Rubén Remigio Ferro, presidente del Tribunale Supremo Popolare, ha segnalato, al termine del discorso d’apertura, che essere sempre più giusti, più trasparenti, più vincolati alla Costituzione , più efficienti ed efficaci nell’ impartire giustizia è il principale obiettivo del lavoro.

Díaz-Canel ha segnalato la necessità che il Sistema Giudiziario si caratterizzi per la sua etica, l’impegno e l’onestà, che ci sia forza nella creazione e nell’implementazione delle leggi, per pensare come paese e apportare più vittorie alla Patria e alla Rivoluzione.

Fonte

Potrebbero interessarti anche...