Bolivia. Evo Morales si candiderà per il parlamento

Print Friendly, PDF & Email

Il presidente boliviano in esilio, Evo Morales, ha annunciato di valutare la possibilità di candidarsi come deputato o senatore alle prossime elezioni. Il leader indigeno ha ricordato che non vi sono impedimenti legali alla sua possibile candidatura per un incarico politico in Bolivia.

L’ex presidente boliviano ha dichiarato che gli attori del colpo di stato nel suo paese temono la sua nomina a senatore o deputato, e cercano di metterlo fuorilegge o zittirlo di fronte alle nuove elezioni che si terranno il 3 maggio.
“In primo luogo, i complottatori del colpo di stato avevano paura della mia candidatura alla presidenza. Ora hanno paura di avermi tra i deputati o senatori”, ha detto, attraverso il suo account Twitter.
Morales ha ricordato che non vi sono impedimenti legali alla sua candidatura alla carica politica e ha affermato che non saranno in grado di impedirne la partecipazione. La destra ha avviato una serie di azioni violente e scioperi per respingere i risultati delle elezioni che in ottobre hanno dato a Morales la vittoria e gli avrebbero consentito di esercitare un quarto mandato presidenziale.

Dopo aver consumato l’affronto antidemocratico, il governo de facto, guidato dall’autoproclamata presidente Jeanine Áñez, ha compiuto una persecuzione giudiziaria contro funzionari del precedente governo e leader del Movimento al socialismo (MAS).

Fonte

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: