Lettera aperta al Ministro della Salute Roberto Speranza – i media parlano di noi

Print Friendly, PDF & Email

Radio Reloj: Apoyan en Italia ayuda a institución médica cubana

La Habana, Cuba.- La Asociación Nacional de Amistad Italia-Cuba se sumó hoy al proyecto Covid-19 de MediCuba-Europa…..


Electo Radio: Arrivano gli aiuti contro l’Elsavirus. Da Cuba

Cuba è sottoposta da decenni a un embargo del tutto arbitrario e ingiusto, da parte degli USA………….


L’Antidiplomatico: Interferone ricombinante Alpha 2B: ecco come funziona il farmaco cubano contro il coronavirus

L’associazione Italia-Cuba ha indirizzato una lettera al ministro della Salute Roberto Speranza

L’interferone ricombinante Alpha 2B ha conquistato nei giorni scorsi l’attenzione di vari media. L’efficacia di questo farmaco nel trattamento dei pazienti con Covid-19 ha dimostrato ancora una volta perché l’industria cubana delle biotecnologie è così prestigiosa a livello internazionale.


Selvas.org: Antivirali cubani dietro la scomparsa di COVID-19 nelle province cinesi di Anhui, Fujian e Xinjiang, sullo sfondo della guerra petrolifera

Ma l’Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba segnala anche che è stata inviata una lettera al Ministro della Salute Roberto Speranza sul possibile uso della medicina cubana contro il Coronavirus.


RAIAWADUNIA: Epidemia coronavirus: E se ci facessimo aiutare dai cubani?


Cuba Support Group – Ireland


Associazione Svizzera-Cuba: Italia-Cuba scrive al Ministro della Salute

Lettera Aperta al Ministro della Salute Roberto Speranza su possibile uso medicina cubana contro il Covid-19 di ITALIA-CUBA · PUBBLICATO 8 MARZO, 2020 · AGGIORNATO 8 MARZO, 2020 vedi anche: Exhortan al ministro de salud de Italia a buscar ayuda cubana contra la COVID-1…..


PCI: Italia Cuba scrive al ministro della Sanità


PRC: Italia Cuba – Lettera aperta al ministro della Salute, Roberto Speranza


La Nuova Savona: Coronavirus, l’appello dell’associazione Italia Cuba

Lettera Aperta al Ministro della Salute Roberto Speranza sul possibile uso del farmaco prodotto a Cuba per affrontare il Covid-19


Patria Grande: Exhortan al ministro de Salud de Italia a buscar ayuda cubana contra la COVID-19


Rete Solidarietà Rivoluzione: Lettera Aperta al Ministro della Salute Roberto Speranza


Left: Lettera aperta al ministro della Salute, Roberto Speranza, su possibile uso medicina cubana contro il Covid-19


Cuba News: Exhortan al ministro de salud de Italia a buscar ayuda cubana contra el Covid-19

La Asociación Nacional de Amistad Italia-Cuba (Anaic) pidió al ministro italiano de Salud, Roberto Speranza, solicitar la colaboración del gobierno cubano en el enfrentamiento a la epidemia del coronavirus COVID-19.

En una carta dirigida a Speranza, la presidenta de dicha asociación, Irma Dioli, se refiere, en primer lugar, al interferón cubano alpha (IFNrec) empleado con óptimos resultados desde enero último por las autoridades sanitarias chinas junto con otros medicamentos.


CubainformAzione: Lettera Aperta al Ministro della Salute Roberto Speranza


VicenzaPiù: Coronavirus, Associazione Italia Cuba a ministro Speranza: “già in uso in Spagna farmaco cubano”. Il “virologo” Zaia che ne pensa?


Granma: Solicitan al Ministro de Salud de Italia el posible uso de la medicina cubana contra Covid-19

La Asociación Nacional de Amistad Italia-Cuba (Anaic) solicitó al ministro italiano de Salud, Roberto Speranza, la colaboración del Gobierno cubano en el enfrentamiento a la epidemia del coronavirus Covid-19 en su país. En una carta dirigida a Speranza, la presidenta de dicha asociación, Irma Dioli, se refirió, en primer término, al interferón cubano Alpha (IFNrec), empleado con óptimos resultados desde enero último por las autoridades sanitarias chinas. Por otra parte, vista la carencia de personal de salud disponible, apuntó Dioli, «nos permitimos sugerirle promover un acuerdo con las autoridades cubanas competentes, para solicitar la colaboración de médicos y enfermeros cubanos en las estructuras hospitalarias italianas». La Presidenta de la Anaic destacó en la misiva la elevada competencia y experiencia internacional en el enfrentamiento a epidemias del personal de salud cubano. (PL)


Cubainformacion: Italia-Cuba insta a ministro italiano de salud a buscar ayuda cubana contra la COVID-19

Cubadebate.- La Asociación Nacional de Amistad Italia-Cuba (Anaic) pidió al ministro italiano de Salud, Roberto Speranza, solicitar la colaboración del gobierno cubano en el enfrentamiento a la epidemia del coronavirus COVID-19.

En una carta dirigida a Speranza, la presidenta de dicha asociación, Irma Dioli, se refiere, en primer lugar, al interferón cubano alpha (IFNrec) empleado con óptimos resultados desde enero último por las autoridades sanitarias chinas junto con otros medicamentos.

La confiabilidad científica del producto -indica la misiva- es avalada por numerosas investigaciones y experimentos exitosos en el terreno durante años, lo cual es comprobable a través de fuentes especializadas oficiales y también por una amplia disponibilidad de artículos sobre ese tema.

Por otra parte, apunta, vista la carencia de personal sanitario disponible, nos permitimos sugerirle promover un acuerdo con las autoridades cubanas competentes para solicitar la colaboración de médicos y enfermeros cubanos en las estructuras hospitalarias italianas.

Al argumentar las propuestas, Dioli destacó la elevada competencia, preparación y especialización del personal médico cubano, así como en importante reconocimiento internacional a su experiencia en el campo de las enfermedades infecciosas y epidemiológicas.

(Con información de PL)


Spread.it: UN APPELLO: CONTRO IL CORONAVIRUS ANCHE L’ITALIA USI L’INTERFERONE CUBANO

L’ Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba ha scritto una lettera aperta al ministro della sanità affinché anche l’Italia come già fatto da Cina e Spagna “usi un farmaco prodotto a Cuba, che si è reso utile per affrontare l’epidemia del nuovo coronavirus Covid-19. Si tratta dell’interferone cubano alfa 2B (IFRrec) adottato dal mese di gennaio dalle autorità sanitarie cinesi insieme ad altri farmaci e che risulta abbia dato ottimi riscontri.”

Un appello a cui, come pagina, ci associamo in pieno.
Il testo completo della lettera aperta lo trovate qui: https://italiacuba.it/…/lettera-aperta-al-ministro-della-s…/
Invitiamo tutti leggerla e farla girare il più possibile.


CUBADEBATE: Exhortan al ministro de salud de Italia a buscar ayuda cubana contra el Covid-19

La Asociación Nacional de Amistad Italia-Cuba (Anaic) pidió al ministro italiano de Salud, Roberto Speranza, solicitar la colaboración del gobierno cubano en el enfrentamiento a la epidemia del coronavirus COVID-19.

En una carta dirigida a Speranza, la presidenta de dicha asociación, Irma Dioli, se refiere, en primer lugar, al interferón cubano alpha (IFNrec) empleado con óptimos resultados desde enero último por las autoridades sanitarias chinas junto con otros medicamentos.

La confiabilidad científica del producto -indica la misiva- es avalada por numerosas investigaciones y experimentos exitosos en el terreno durante años, lo cual es comprobable a través de fuentes especializadas oficiales y también por una amplia disponibilidad de artículos sobre ese tema.

Por otra parte, apunta, vista la carencia de personal sanitario disponible, nos permitimos sugerirle promover un acuerdo con las autoridades cubanas competentes para solicitar la colaboración de médicos y enfermeros cubanos en las estructuras hospitalarias italianas.

Al argumentar las propuestas, Dioli destacó la elevada competencia, preparación y especialización del personal médico cubano, así como en importante reconocimiento internacional a su experiencia en el campo de las enfermedades infecciosas y epidemiológicas.

(Con información de PL)


Savona News: L’associazione Italia-Cuba di Savona: “Potrebbe arrivare da Cuba l’antiCoronavirus”

Si tratta dell’ interferone cubano alfa 2B (IFRrec) adottato dal mese di gennaio dalle autorità sanitarie cinesi.

Roberto Casella, del Circolo Granma dell’Associazione di Amicizia Italia-Cuba in provincia di Savona, divulga un appello inoltrato dai vertici nazionali dell’associazione al ministero della Sanità nel quale si fa riferimento alla ricerca farmacologica cubana in fatto di Coronavirus. Scrive l’associazione: “Ill.mo Ministro Speranza, In relazione all’attuale emergenza sanitaria, con la presente desideriamo portare alla sua attenzione la disponibilità di un farmaco prodotto a Cuba, che si è reso utile per affrontare l’epidemia del nuovo coronavirus Covid-19.

Si tratta dell’ interferone cubano alfa 2B (IFRrec) adottato dal mese di gennaio dalle autorità sanitarie cinesi insieme ad altri farmaci e che risulta abbia dato ottimi riscontri. Come le è noto Cuba è all’avanguardia in tutto il mondo nel campo della ricerca scientifica e della salute, nonostante il blocco economico, finanziario e commerciale a cui è sottoposta da parte degli Stati Uniti da quasi 60 anni.

L’eccellenza del suo Centro di Ingegneria Genetica e Biotecnologica e dell’industria biotecnologica sono una realtà di livello internazionale, così come la produzione di farmaci di elevata tecnologia come l’interferone alfa 2B. L’affidabilità scientifica del prodotto è sancita da numerose ricerche e sperimentazioni sul campo effettuate nel corso degli anni e che hanno determinato ottimi successi.

Ciò è riscontrabile tramite le fonti specialistiche ufficiali, ma anche dall’ampia disponibilità di articoli sul tema . Il farmaco peraltro è già in uso in altri paesi come il Messico e la Spagna in Europa. Ci rivolgiamo pertanto a Lei in qualità di Ministro competente per verificare la possibilità di prendere in considerazione l’importazione e l’utilizzo di tale farmaco anche in Italia. Riteniamo fondamentale utilizzare ogni strumento, come appunto quello dell’interferone alfa 2B per contribuire ad aiutare nello sforzo di combattere il coronavirus.

Inoltre, vista la carenza di personale sanitario disponibile, ci permettiamo di suggerirle di promuovere un Accordo con le autorità cubane competenti per richiedere la collaborazione di medici e infermieri cubani, nelle strutture ospedaliere italiane. L’elevata competenza, preparazione e specializzazione del personale medico cubano, così come l’esperienza nel campo delle malattie infettive ed epidemiologiche, hanno avuto importanti riconoscimenti a livello internazionale. In questa direzione, la stessa OMS ha dichiarato che Cuba è stata esemplare nella lotta contro l’epidemia del virus Ebola in Africa.

Nel trasmetterle il nostro apprezzamento per la serietà e competenza con la quale sta affrontando la gestione del fenomeno, rimaniamo a completa disposizione. In attesa di un suo cortese cenno di riscontro, con l’occasione i più cordiali saluti e auguri di buon lavoro”.


GlonaaBot.it: Coronavirus, l’associazione Italia Cuba scrive al ministro Speranza: “C’è un farmaco che funziona”

Utilizzare un farmaco cubano che in Cina si è rivelato efficace nella lotta al Coronavirus e chiedere a Cuba la collaborazione del suo personale medico e infermieristico per combattere contro il Covid 19. E’ il succo di una lettera scritta al ministro italiano della salute, Roberto Speranza, da Irma Dioli, presidente dell’Associazione nazionale di amicizia Italia Cuba. “Desideriamo portare alla sua attenzione – si legge tra l’altro nella lettera – la disponibilità di un farmaco prodotto a Cuba, che si è reso utile per affrontare l’epidemia del nuovo Coronavirus Covid-19. Si tratta dell’interferone cubano alfa 2B (IFRrec) adottato dal mese di gennaio dalle autorità sanitarie cinesi insieme ad altri farmaci e che risulta abbia dato ottimi riscontri”. “Inoltre – si legge ancora nella missiva – vista la carenza di personale sanitario disponibile, ci permettiamo di suggerirle di promuovere un accordo con le autorità cubane competenti per richiedere la collaborazione di medici e infermieri cubani,  nelle strutture ospedaliere italiane”.

Clicca qui per leggere la lettera integrale inviata al ministro Speranza


UmbriaLeft.it: Lettera al Ministro Speranza su uso medicinale cubano contro coronavirus

Lettera Aperta al Ministro della Salute Roberto Speranza su possibile uso medicina cubana contro il Covid-19

Ill.mo Ministro Speranza,

In relazione all’attuale emergenza sanitaria, con la presente desideriamo portare alla sua attenzione la disponibilità di un farmaco prodotto a Cuba, che si è reso utile per affrontare l’epidemia del nuovo coronavirus Covid-19. Si tratta dell’interferone cubano alfa 2B (IFRrec) adottato dal mese di gennaio dalle autorità sanitarie cinesi insieme ad altri farmaci e che risulta abbia dato ottimi riscontri.

Come le è noto Cuba è all’avanguardia in tutto il mondo nel campo della ricerca scientifica e della salute, nonostante il blocco economico, finanziario e commerciale a cui è sottoposta da parte degli Stati Uniti da quasi 60 anni.  L’eccellenza del suo Centro di Ingegneria Genetica e Biotecnologica e dell’industria biotecnologica sono una realtà di livello internazionale, così come la produzione di farmaci di elevata tecnologia come l’interferone alfa 2B.

L’affidabilità scientifica del prodotto è sancita da numerose ricerche e sperimentazioni sul campo effettuate nel corso degli anni e che hanno determinato ottimi successi.   Ciò è riscontrabile tramite le fonti specialistiche ufficiali, ma anche  dall’ampia disponibilità di articoli sul tema .

Il farmaco peraltro è già in uso in altri paesi come il Messico e la Spagna in Europa.

Ci rivolgiamo pertanto a Lei in qualità di Ministro competente per verificare la possibilità di prendere in considerazione l’importazione e l’utilizzo di tale farmaco anche in Italia.

Riteniamo fondamentale utilizzare ogni strumento, come appunto quello dell’interferone alfa 2B per contribuire ad aiutare nello sforzo di combattere il coronavirus.

Inoltre, vista la carenza di personale sanitario disponibile, ci permettiamo di suggerirle di promuovere un Accordo con le autorità cubane competenti per richiedere la collaborazione di  medici e infermieri cubani,  nelle strutture ospedaliere italiane.

L’elevata competenza, preparazione e specializzazione del personale medico cubano,  così come l’esperienza nel campo delle malattie infettive ed epidemiologiche, hanno avuto importanti riconoscimenti a livello internazionale. In questa direzione, la stessa OMS ha dichiarato che Cuba è stata esemplare nella lotta contro l’epidemia del virus Ebola in Africa.

Nel trasmetterle il nostro apprezzamento per la serietà e competenza con la quale sta affrontando la gestione del fenomeno, rimaniamo a completa disposizione.

In attesa di un suo cortese cenno di riscontro, con l’occasione i più cordiali saluti e auguri di buon lavoro.

La Presidente
Irma Dioli


24 Bari: Coronavirus, l’associazione Italia Cuba scrive al ministro Speranza: “C’è un farmaco che funziona”

Utilizzare un farmaco cubano che in Cina si è rivelato efficace nella lotta al Coronavirus e chiedere a Cuba la collaborazione del suo personale medico e infermieristico per combattere contro il Covid 19. E’ il succo di una lettera scritta al ministro italiano della salute, Roberto Speranza, da Irma Dioli, presidente dell’Associazione nazionale di amicizia Italia Cuba. “Desideriamo portare alla sua attenzione – si legge tra l’altro nella lettera – la disponibilità di un farmaco prodotto a Cuba, che si è reso utile per affrontare l’epidemia del nuovo Coronavirus Covid-19. Si tratta dell’interferone cubano alfa 2B (IFRrec) adottato dal mese di gennaio dalle autorità sanitarie cinesi insieme ad altri farmaci e che risulta abbia dato ottimi riscontri”. “Inoltre – si legge ancora nella missiva – vista la carenza di personale sanitario disponibile, ci permettiamo di suggerirle di promuovere un accordo con le autorità cubane competenti per richiedere la collaborazione di medici e infermieri cubani, nelle strutture ospedaliere italiane”.

Al momento Cuba è uno dei paesi che non ha registrato casi. O quantomeno non li ha ufficializzati.

Clicca qui per leggere la lettera integrale inviata al ministro Speranza


Corriere dell’Umbria: Coronavirus, l’associazione Italia Cuba scrive al ministro Speranza: “C’è un farmaco che funziona”

Utilizzare un farmaco cubano che in Cina si è rivelato efficace nella lotta al Coronavirus e chiedere a Cuba la collaborazione del suo personale medico e infermieristico per combattere contro il Covid 19. E’ il succo di una lettera scritta al ministro italiano della salute, Roberto Speranza, da Irma Dioli, presidente dell’Associazione nazionale di amicizia Italia Cuba. “Desideriamo portare alla sua attenzione – si legge tra l’altro nella lettera – la disponibilità di un farmaco prodotto a Cuba, che si è reso utile per affrontare l’epidemia del nuovo Coronavirus Covid-19. Si tratta dell’interferone cubano alfa 2B (IFRrec) adottato dal mese di gennaio dalle autorità sanitarie cinesi insieme ad altri farmaci e che risulta abbia dato ottimi riscontri”. “Inoltre – si legge ancora nella missiva – vista la carenza di personale sanitario disponibile, ci permettiamo di suggerirle di promuovere un accordo con le autorità cubane competenti per richiedere la collaborazione di medici e infermieri cubani,  nelle strutture ospedaliere italiane”.

Al momento Cuba è uno dei paesi che non ha registrato casi. O quantomeno non li ha ufficializzati.

Clicca qui per leggere la lettera integrale inviata al ministro Speranza


Geos News: Coronavirus, l’associazione Italia Cuba scrive al ministro Speranza: “C’è un farmaco che funziona”

Utilizzare un farmaco cubano che in Cina si è rivelato efficace nella lotta al Coronavirus e chiedere a Cuba la collaborazione del suo personale medico e infermieristico per combattere contro il Covid 19. E’ il succo di una lettera scritta al ministro italiano della salute, Roberto Speranza, da Irma.


FarodiRoma: Coronavirus. In Cina utilizzato l’interferone prodotto a Cuba. Irma Dioli scrive al ministro Speranza

Utilizzare un farmaco cubano che in Cina si è rivelato efficace nella lotta al Coronavirus e chiedere a Cuba la collaborazione del suo personale medico e infermieristico per combattere contro il Covid 19. Lo suggerisce una lettera scritta al ministro italiano della salute, Roberto Speranza, da Irma Dioli, presidente dell’Associazione nazionale di amicizia Italia Cuba.

“Desideriamo portare alla sua attenzione – scrive Dioli – la disponibilità di un farmaco prodotto a Cuba, che si è reso utile per affrontare l’epidemia del nuovo Coronavirus Covid-19. Si tratta dell’interferone cubano alfa 2B (IFRrec) adottato dal mese di gennaio dalle autorità sanitarie cinesi insieme ad altri farmaci e che risulta abbia dato ottimi riscontri”.

“Inoltre – si legge ancora nella lettera – vista la carenza di personale sanitario disponibile, ci permettiamo di suggerirle di promuovere un accordo con le autorità cubane competenti per richiedere la collaborazione di medici e infermieri cubani, nelle strutture ospedaliere italiane”.

Il farmaco è uno dei circa 30 farmaci scelti dalla Commissione Nazionale Sanitaria Cinese per curare le condizioni respiratorie e, secondo le dichiarazioni sulla televisione cubana del Dr. Luis Herrera Martínez, consulente scientifico e commerciale del Presidente di BioCubaFarma, la sua selezione è dovuta all’efficacia mostrata in precedenza contro virus con caratteristiche simili.

Herrera Martínez ha affermato che un trasferimento tecnologico è stato effettuato anni fa nella provincia di Jilin, da cui è emerso lo stabilimento cinese-cubano ChangHeber, nella città di Changchun. In questa fabbrica “viene prodotto lo stesso nostro prodotto, esattamente con la stessa tecnologia, e risponde agli standard di qualità approvati dalle autorità di regolamentazione cinesi e cubane”.

Nel suo account Twitter il presidente di Cuba, Miguel Díaz-Canel, ha scritto: “Interferone alfa 2B: la medicina cubana usata in Cina contro il coronavirus. Il nostro sostegno al governo e al popolo cinese nei loro sforzi per combattere il coronavirus”.


Prensa Latina: Proponen en Italia colaboración con Cuba para enfrentar el COVID-19

La Asociación Nacional de Amistad Italia-Cuba (Anaic) propuso hoy al ministro de Salud, Roberto Speranza, solicitar la colaboración de la isla en el enfrentamiento a la epidemia del coronavirus COVID-19.

En una carta dirigida a Speranza, la presidenta de la Anaic, Irma Dioli, se refiere, en primer lugar, al interferón cubano alpha (IFNrec) empleado desde enero último por las autoridades sanitarias chinas junto con otros medicamentos, con óptimos resultados.

La confiabilidad científica del producto ?indica la misiva- es avalada por numerosas investigaciones y experimentos exitosos en el terreno durante años, lo cual es comprobable a través de fuentes especializadas oficiales y también por una amplia disponibilidad de artículos sobre ese tema.

Por otra parte, apunta, vista la carencia de personal sanitario disponible, nos permitimos sugerirle promover un acuerdo con las autoridades cubanas competentes para solicitar la colaboración de médicos y enfermeros cubanos en las estructuras hospitalarias italianas.

Al argumentar las propuestas, Dioli destacó la elevada competencia, preparación y especialización del personal médico cubano, así como en importante reconocimiento internacional a su experiencia en el campo de las enfermedades infecciosas y epidemiológicas.


Digitale 99 Indipendente: Coronavirus, l’associazione Italia Cuba scrive al ministro Speranza: “C’è un farmaco che funziona”

Utilizzare un farmaco cubano che in Cina si è rivelato efficace nella lotta al Coronavirus e chiedere a Cuba la collaborazione del suo personale medico e infermieristico per combattere contro il Covid 19. E’ il succo di una lettera scritta al ministro italiano della salute, Roberto Speranza, da Irma Dioli, presidente dell’Associazione nazionale di amicizia Italia Cuba. “Desideriamo portare alla sua attenzione – si legge tra l’altro nella lettera – la disponibilità di un farmaco prodotto a Cuba, che si è reso utile per affrontare l’epidemia del nuovo Coronavirus Covid-19. Si tratta dell’interferone cubano alfa 2B (IFRrec) adottato dal mese di gennaio dalle autorità sanitarie cinesi insieme ad altri farmaci e che risulta abbia dato ottimi riscontri”. “Inoltre – si legge ancora nella missiva – vista la carenza di personale sanitario disponibile, ci permettiamo di suggerirle di promuovere un accordo con le autorità cubane competenti per richiedere la collaborazione di medici e infermieri cubani, nelle strutture ospedaliere italiane”.

Al momento Cuba è uno dei paesi che non ha registrato casi. O quantomeno non li ha ufficializzati.

Clicca qui per leggere la lettera integrale inviata al ministro Speranza


Bohemia: Proponen en Italia colaboración con Cuba para enfrentar el COVID-19

Vista la carencia de personal sanitario disponible, la Asociación Nacional de Amistad Italia-Cuba sugirió al Ministerio de Salud de su país promover un acuerdo con las autoridades cubanas competentes para solicitar la colaboración de médicos y enfermeros cubanos en las estructuras hospitalarias italianas.

La Asociación Nacional de Amistad Italia-Cuba (Anaic) propuso al ministro italiano de Salud, Roberto Speranza, solicitar la colaboración cubana en el enfrentamiento a la epidemia del coronavirus COVID-19.

En una carta dirigida a Speranza, la presidenta de la Anaic, Irma Dioli, se refiere, en primer lugar, al interferón cubano alpha (IFNrec) empleado con óptimos resultados desde enero último por las autoridades sanitarias chinas junto con otros medicamentos.

La confiabilidad científica del producto -indica la misiva- es avalada por numerosas investigaciones y experimentos exitosos en el terreno durante años, lo cual es comprobable a través de fuentes especializadas oficiales y también por una amplia disponibilidad de artículos sobre ese tema.

Por otra parte, apunta, vista la carencia de personal sanitario disponible, nos permitimos sugerirle promover un acuerdo con las autoridades cubanas competentes para solicitar la colaboración de médicos y enfermeros cubanos en las estructuras hospitalarias italianas.

Al argumentar las propuestas, Dioli destacó la elevada competencia, preparación y especialización del personal médico cubano, así como en importante reconocimiento internacional a su experiencia en el campo de las enfermedades infecciosas y epidemiológicas.


Spain News: Proponen en Italia colaboración con Cuba para enfrentar el COVID-19

La Asociación Nacional de Amistad Italia-Cuba (Anaic) propuso hoy al ministro de Salud, Roberto Speranza, solicitar la colaboración de la isla en el enfrentamiento a la epidemia del coronavirus COVID-19.


Radio Habana Cuba: Proponen en Italia colaboración con Cuba para enfrentar el COVID-19

La Asociación Nacional de Amistad Italia-Cuba (Anaic) propuso al ministro de Salud, Roberto Speranza, solicitar la colaboración de la isla en el enfrentamiento a la epidemia del coronavirus COVID-19.

En una carta dirigida a Speranza, la presidenta de la Anaic, Irma Dioli, se refiere, en primer lugar, al interferón cubano alpha (IFNrec) empleado desde enero último por las autoridades sanitarias chinas junto con otros medicamentos, con óptimos resultados.

La confiabilidad científica del producto -indica la misiva- es avalada por numerosas investigaciones y experimentos exitosos en el terreno durante años, lo cual es comprobable a través de fuentes especializadas oficiales y también por una amplia disponibilidad de artículos sobre ese tema.

Por otra parte, apunta, vista la carencia de personal sanitario disponible, nos permitimos sugerirle promover un acuerdo con las autoridades cubanas competentes para solicitar la colaboración de médicos y enfermeros cubanos en las estructuras hospitalarias italianas.

Al argumentar las propuestas, Dioli destacó la elevada competencia, preparación y especialización del personal médico cubano, así como en importante reconocimiento internacional a su experiencia en el campo de las enfermedades infecciosas y epidemiológicas

Potrebbero interessarti anche...

2 risposte

  1. Idalmis lawerence ha detto:

    Idalawerence@virgilio.it segretario. Con grande orgoglio do grazie a tutti quelli che con grande grande fiducia su CUBA e la nostra Medicina e capacità di affrontare le emergenza di tutte le l’emergenza. Con el blocco economico al quale ci tengo non ci aiuta molto ,ma Cuba continua a dare su contributo con el mondo. CUBA popolo solitario, de grande valor umanitario, National e internazionale Como siempre fue incolcadto per Fidel Castro. Nostro comandante . Grazie per la vostra fiducia. CUBA no ha frontiera dove sia necessario.
    L’umanità siempre .
    Idalmis lawerence Rivera.

    ???????????✊✊✊

  2. Roberto Casella ha detto:

    Cuba e l’internazionalismo, cuba e la solidarietà verso il mondo e verso coloro che soffrono
    Come ha detto Carlos Manuel De Cespedes ,
    Cuba aspira a divenire una nazione civile per poter dare il proprio braccio agli altri popoli.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: