Cuba regola l’entrata alle frontiere a partire da martedì

Print Friendly, PDF & Email

Cuba permetterà a partire dal martedì solo l’entrata di residenti tanto nazionali come stranieri, come parte delle misure per il controllo del COVID-19, ha detto oggi il primo ministro Manuel Marrero.

“Dobbiamo lasciare chiaro che non è una chiusura della frontiera”, ha spiegato Marrero in una trasmissione nel programma Mesa Redonda davanti alla presenza del presidente Miguel Diaz-Canel.

La misura, ha precisato, sarà vigente per 30 giorni e potrebbe prorogarsi davanti alla continuazione dei danni per il contagio col coronavirus SARS-Cov-2

Ha segnalato che i tour operator e le linee aeree offriranno agevolazioni nelle prossime 72 ore per l’uscita di circa 60 mila turisti, ed a partire dal martedì solo entreranno nell’isola i residenti, cubani e stranieri, ha detto.

Il primo ministro ha messo in chiaro che non chiuderà lo spazio aereo, e gli aeroporti avranno livelli di attività per l’arrivo di possibili aiuti, l’uscita di brigate mediche verso altri paesi.

Inoltre, ha segnalato che le autorità hanno informato delle misure alle organizzazioni internazionali come l’Organizzazione dell’Aviazione Civile Internazionale, l’Associazione Internazionale di Trasporto Aereo e l’Organizzazione Marittima Internazionale, come l’Organizzazione Internazionale del Lavoro e l’Organizzazione Mondiale della Salute.

Durante il principio della sessione, il mandatario Diaz-Canel ha detto che le misure sono in funzione dei protocolli internazionali e dell’esperienza del paese, ed il cui obiettivo fondamentale è preservare la vita umana.

Il ministro di Salute Pubblica, José Angel Portal ha indicato che il numero di malati è aumentato a 21, di questi 11 cubani.

Fonte

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Giacomo ha detto:

    Certamente è una prova di grande solidarieta’ bisognerebbe ricordarsi di loro quando la pandemia sarà finita ma dubita che i nostri politici possano ricordarselo il bravo Conte e simili invieranno un rigngraziamento è tutto sarà finito lì dimentcando che i Cubani non hanno prodotti di prima necessità (come alimentari medicine ecc,,,)Io o avuto e spero ancora di averlo il privilegio di frequentare Cuba da quasi 30 anni e ho potuto a vivere la cordialità del popolo Cubano e ho sempre cercato di contraccambiare aiutando molte persone