15 paesi chiedono a Cuba il farmaco che ha fermato il coronavirus in Cina

Print Friendly, PDF & Email

Il governo cubano ha ricevuto richieste da 15 paesi per l’acquisto del farmaco che ha contribuito a fermare la pandemia di coronavirus in Cina.

“Ad oggi sono state ricevute richieste da più di 15 paesi per l’acquisto del farmaco (Interferone Alfa 2B), il che significa riconoscimento dello sviluppo delle biotecnologie nel nostro paese “, ha dichiarato, oggi, l’ambasciatore cubano in Russia, Gerardo Peñalver.

Il diplomatico ha spiegato che l’interferone Alpha 2B è stato usato con successo in Cina per far fronte alla diffusione dell’epidemia. Ha saggiunto che questo è un farmaco terapeutico con azione antivirale.

L’ambasciatore ha anche fatto riferimento alla squadra di medici che il governo cubano ha inviato sabato scorso in Italia, uno dei paesi più colpiti dalla pandemia con oltre 69.100 casi di coronavirus e oltre 6.800 morti.

Medici cubani e neolaureati, ha ricordato Peñalver, lavorano in Lombardia, epicentro dell’epidemia di coronavirus in Italia.

Il capo della missione diplomatica  ha precisato che Cuba ha inviato squadre simili in Nicaragua, Giamaica, Suriname, isola di Granada e Venezuela.

Fonte

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Bolivariano Martì ha detto:

    E l’Italia aspetta, non si muove…Immobile sotto le pressioni delle lobby farmaceutiche. Dove vogliamo andare d’altronde? Abbiamo riportato i fascisti in Parlamento… Peccato che facciano schifo pure al Covid-19.