Cuba parteciperà al Forum della Unesco sul nuovo coronavirus

Print Friendly, PDF & Email

La videoconferenza accoglierà ministri di Scienze e noti scienziati dei cinque continenti.

Cuba parteciperà lunedì prossimo a una riunione ministeriale virtuale convocata dall’UNESCO per coordinare le risposte scientifiche alla pandemia di SARS-CoV-2, confermando la missione permanente dell’isola presso l’organizzazione.

La più grande delle Antille sarà rappresentata alla videoconferenza, alla quale parteciperanno ministri della scienza e rinomati scienziati dei cinque continenti dal Dr. Gerardo Guillén, direttore della ricerca biomedica presso il Centro di Ingegneria Genetica e Biotecnologia dell’Avana.

Secondo l’UNESCO, l’invito del suo Direttore Generale, Audrey Azoulay, risponde alla necessità di una piattaforma di dialogo multilaterale per condividere le esperienze nello scenario imposto dal COVID-19.

L’attuale pandemia ratifica il ruolo cruciale della scienza nel processo decisionale, che garantisce ai governi le basi per adottare misure per proteggere la popolazione, fermare la diffusione del virus e sconfiggerlo, dice l’invito.

In particolare, l’organizzazione fa appello ad una scienza aperta come risposta all’enorme sfida socio-economica rappresentata dalla SARS-CoV-2, che richiede soluzioni innovative e durature da parte della comunità scientifica e della società nel suo complesso.

Secondo l’UNESCO, il forum virtuale mira in particolare a gettare le basi per sostenere una coalizione internazionale di ricercatori, mobilitare i responsabili politici, promuovere la cooperazione e generare soluzioni in vista di minacce future.

L’organismo multilaterale ha attivato questa settimana una coalizione globale a favore dell’istruzione in occasione della Covid-19, un’iniziativa volta a sostenere gli sforzi dei Paesi di fronte alla necessaria chiusura delle scuole, che interessa un miliardo e mezzo di studenti, l’87% del totale globale, dice la Prensa Latina.

Fonte

Potrebbero interessarti anche...