Edoardo Brito: nell’oscurità dell’Italia, un bacio e la passione per salvarla

Print Friendly, PDF & Email

Più di 8000 km separano Edoardo Brito dalla sua casa, nella città di Las Tunas, dove risiede con moglie e figli, perché solo in poche ore il nuovo coronavirus lo ha portato fino alla città di Crema, in Lombardia, Italia.

Nella regione italiana più colpita dall’infermità, 53 medici e infermieri cubani battagliano faccia a faccia con la morte, che già arriva a oltre tremila vittime, solo in Lombardia.
Eduardo ha già combattuto l’ebola, altra malattia altamente infettiva e contagiosa, che, anche se è servita come preparazione rigorosa, non allontana i timori di questo virus che fra le belle cattedrali gotiche di Crema ha ubicato ospedali da campo.

Il panorama è desolante, descrive Eduardo in un dialogo sincero via Messenger, l’elevato flusso di pazienti obbliga a lunghe e intense giornate e anche se noi cubani lavoriamo in un ospedale da campo, lì disponiamo di tutte le risorse necessarie per la nostra auto-protezione.

Di fronte a ciò che il Presidente del Consiglio dei Ministri italiano, Giuseppe Conte, ha definito come le ore più buie di questa nazione europea, Eduardo riferisce che diversi pazienti già sono stati dimessi guariti e questo è un chiaro segnale di speranza.

Giorni difficili sta affrontando questo “tunero” che abitualmente presta servizio come infermiere specializzato in terapia intensiva nel servizio di Emodialisi dell’Ospedale Generale

Docente Dott. Ernesto Guevara de la Serna, principale centro assistenziale di Las Tunas.

Sulle sue spalle, Eduardo carica il coraggio della paura dell’umanità di fronte al nemico invisibile, è un Chisciotte dei tempi moderni, probabilmente accusato d’esser pazzo per affrontare mulini che s’innalzano oltre i mari, perché sa che condividiamo un denominatore comune: l’umanità.

Autore: Natacha Reyes Escobar – Foto: cortesia dell’intervistato
Traduzione: AM – Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba

Fonte

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Matos hinojosa yamile ha detto:

    Un volo di humanita’ pieno di amore…. Viva Cuba!!!