Il Venezuela convoca una campagna internazionale contro gli attacchi degli USA

Print Friendly, PDF & Email

Il Ministerio para las Comunas y los Movimientos Sociales ha convocato martedì 31 marzo una campagna internazionale in rifiuto dei continui attacchi del Governo degli Stati Uniti e dei suoi alleati contro il Venezuela.

La convocazione, pubblicata sulla stampa nazionale, esorta i popoli del mondo a pronunciarsi sui social network attraverso i movimenti sociali e il Forum di San Paolo in solidarietà con il presidente Nicolás Maduro, con l’uso dell’hashtag #EnUnidadVenceremos.

“È un momento di solidarietà e non di imperialismo”, sarà lo slogan di questa campagna il cui scopo è quello di evidenziare i crescenti attacchi contro il paese e altre nazioni come #Cuba, Iran, Corea del Nord e Nicaragua che stanno combattendo per mitigare l’impatto del nuovo Coronavirus, riferisce la nota.

Consentirà, inoltre, di evidenziare l’azione del capitalismo mondiale in questo frangente e come il Socialismo bolivariano sia stato in grado di contenere in modo decisivo la diffusione del virus mortale in Venezuela, diventando un esempio per il pianeta, spiega.

Allo stesso modo, denuncerà i crimini di Lesa Umanità da parte di Washington ed esporrà, dice il testo, “la fermezza di un popolo cosciente di fronte alle minacce imperiali e alle sfide che l’universo gli impone”.

Questa convocazione fa parte delle azioni per ripudiare le accuse infondate presentate il 26 marzo dal procuratore generale americano William Barr, contro Maduro, i presidenti dell’Assemblea Nazionale Costituente, Diosdado Cabello e il Tribunale Supremo di Giustizia, Maikel Moreno, e altri alti funzionari venezuelani per presunti legami con il traffico di droga e il terrorismo.

Traduzione: mac

Fonte

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: