Cubainformación: La nuova brigata medica cubana parte per l’Italia (Foto+Video)

Print Friendly, PDF & Email

L’Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba (Anaic) ha accolto l’imminente arrivo di una seconda brigata di operatori sanitari della nazione caraibica per aiutare a combattere Covid-19 in questo Paese.

L’Anaic ha detto in una dichiarazione che i medici e gli infermieri, che rafforzeranno il personale sanitario che si trova ad affrontare l’epidemia in Piemonte, appartengono al “Contingente Henry Reeve di Medici Specializzati in Situazioni di Disastro e Gravi Epidemie”.

Ricorda inoltre che la presenza della collaborazione medica cubana si sta espandendo in Italia in linea con la volontà espressa da tale organizzazione in una lettera indirizzata al Ministro della Salute, Roberto Speranza, il 6 marzo scorso, per aiutare ora in una delle regioni più colpite dalla diffusione del nuovo coronavirus.

Aspettiamo i medici e gli infermieri cubani con grande entusiasmo e gratitudine, sapendo che anche in questa occasione dimostreranno l’esperienza, la professionalità e la competenza nel loro lavoro umanitario, per affrontare questa pandemia, è scritto nel comunicato.

Ringraziamo Cuba, il suo governo e il suo popolo per questo grande gesto di solidarietà, umanità e altruismo di fronte a una drammatica emergenza sanitaria mondiale che colpisce anche Cuba, sottolinea il comunicato.

Altri 52 collaboratori sanitari cubani, anch’essi appartenenti al contingente di Henry Reeve, lavorano da tre settimane in un ospedale da campo costruito dall’esercito italiano a Crema, una città di circa 34.000 abitanti situata nella regione Lombardia, la più colpita dall’epidemia.

 

Fonte


Potrebbero interessarti anche...