Le Brigate Mediche Cubane sfidano il Covid19 e le campagne nemiche

Print Friendly, PDF & Email

Cuba e i suoi professionisti della salute sono un pilastro della solidarietà internazionale, perché con il loro altruismo ed eroismo distruggono tutte le menzogne delle campagne di discredito sul loro lavoro, hanno affermato oggi le autorità sanitarie.

La viceministra della Salute Pubblica, Marcia Cobas, ha precisato che i componenti del Contingente Internazionale di Medici Specializzati in Situazioni di Disastri e Gravi Epidemie Henry Reeves fanno parte di 24 brigate, che lavorano in 22 paesi per affrontare la pandemia di Covid-19.

Ha precisato che queste si aggiungono alle 61 che già lavorano in altrettanti paesi nell’ambito della storica cooperazione medica che Cuba offre disinteressatamente, come parte del suo internazionalismo e della sua solidarietà. La Cobas ha chiarito che tutte queste brigate sono state inviate per decisione del governo cubano sulla base di richieste ufficiali e dell’analisi delle proposte, condizioni e possibilità reali, senza abbandonare l’assistenza di qualità e con le risorse necessarie per la popolazione cubana.

Nonostante le campagne di discredito e la manipolazione dell’opinione pubblica degli Stati Uniti, questi 2030 professionisti della salute hanno viaggiato in forma volontaria e hanno già curato più di 5500 pazienti in aree d’isolamento, ospedali e zone rosse a rischio della propria salute e della propria vita, ha sottolineato.

In questa cooperazione, ha precisato, si è tenuto conto dello scambio scientifico, della formazione e della consulenza, gli scambi di protocolli di attività e di trattamento, e anche questo è un segno di collaborazione.

Inoltre ha chiarito che [la cooperazione] si stabilisce sulla base dei concetti delle Nazione Unite di complementarietà tra i paesi in via di sviluppo e la compensazione dei servizi forniti, di condivisione delle spese e della garanzia della piena retribuzione del personale cubano qui nel paese.

Tutti i paesi in cui Cuba presta questo aiuto per contrastare il Covid-19 si sono assunti l’onere delle spese di trasporto, di vitto e alloggio delle brigate mediche al fine di contribuire alla sostenibilità dei nostri servizi sanitari.

Tutti questi gesti ed esempi di cooperazione demoliscono gli attacchi e i travisamenti su quella che è la vera solidarietà e la generosità dei professionisti cubani della salute, ha affermato la viceministra.

Traduzione: AM

Fonte


Potrebbero interessarti anche...