ONU suggerisce applicare l’esperienza del Venezuela per combattere COVID-19

Print Friendly, PDF & Email

La coordinazione del Sistema delle Nazioni Unite (ONU) in Venezuela ha sollecitato l’autorizzazione del governo per studiare e replicare in altre nazioni la strategia di contenimento della pandemia applicata in questo paese.

Secondo dichiarazioni della vicepresidentessa esecutiva, Delcy Rodriguez, il rappresentante dell’ente Peter Grohmann e la direttrice dell’Organizzazione Panamericana della Salute, Carissa Etienne, hanno valutato questo giovedì la strategia implementata dall’esecutivo bolivariano per la lotta contro il nuovo coronavirus SARS-CoV-2, causante del COVID-19.

“Si tratta di una strategia di soppressione, così si chiama epidemiologicamente, e chiedono l’autorizzazione per studiare questo modello e dopo poterlo replicare in altri paesi”, ha precisato Rodriguez.

Ha sottolineato che nell’incontro sostenuto nel palazzo di Miraflores, i funzionari hanno risaltato il modello, la rotta epidemiologica che ha permesso al paese di registrare un appianamento della curva di propagazione, oltre alle misure applicate e l’adeguata flessibilità della quarantena.

La vicepresidentessa ha segnalato che l’OPS ha accesso ai risultati diagnostici ed hanno illustrato all’ONU la seguente fase in materia di prove che realizzerà Venezuela.

“La massificazione delle prove molecolari è fondamentale, per andare a cercare i casi e risaltiamo che il metodo Barrio Adentro permette di andare casa per casa, e poter detenere il virus il più rapidamente possibile”, ha concluso.


Potrebbero interessarti anche...