Da quel giorno la piazza del Duomo di Crema è incisa nei nostri cuori

Print Friendly, PDF & Email

Non si cancelleranno mai in me gli applausi spontanei, le campane del Duomo, le parole sincere di tante autorità.

Vi assicuro che da quel giorno la Piazza del Duomo è incisa nei nostri cuori, e noi in cambio incidiamo lì il nostro.

Non altre parole per dire GRAZIE. Ai colleghi, agli amici, alle autorità e alle persone che erano lì GRAZIE.

So bene che sono già passati alcuni giorni, ma solo dopo tante emozioni si arriva a comprendere un atto d’amore come questo nella sua totale dimensione. GRAZIE CREMA

GRAZIE CUBA! E grazie Ruben Martinez Artiles ?? ? ?

Per tutti Cuba ha, oggi, un altro significato

Sabato 23 maggio ho vissuto l’orgoglio di essere cubano.

L’affetto e la sincera gratitudine, senza filtri, senza strutture sociali acquisite, senza elaborazioni oltre il semplice e l’umano; ha abbracciato la piazza del Duomo di Crema.

I medici cubani e quelli italiani, il popolo di Crema, le autorità politiche e religiose della regione e della città, l’esercito, gli oltre 50 sindaci delle piccole città vicine, hanno celebrato la vita, la pace e la solidarietà.

Per tutti Cuba ha, oggi, un altro significato. La sentono vicina, familiare. Non è più solo un’altra notizia per la TV: è lo sguardo e il sorriso di quei medici che, nel momento di maggior scoraggiamento e dolore collettivi, sono venuti a regalare speranza, fiducia e luce.

Il piccolo Alessandro è diventato un simbolo di questa nuova unione che continuerà a crescere, d’ora in poi, per celebrare il bello.

GRAZIE CUBA! E grazie Luis Ernesto Doñas

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Armando ha detto:

    Da quando siete arrivati sul piazzale dell’Ospedale Maggiore di Crema, in Via Maccalé, le NOSTRE VITE, SON CAMBIATE!
    GRAZIE !
    un Cremasco