La Polizia Federale del Brasile opera contro gli alleati di Jair Bolsonaro

Print Friendly, PDF & Email

Le persone vincolate a Bolsonaro hanno partecipato a un programma per diffondere false notizie contro la Corte Suprema brasiliana, che mantiene diverse indagini contro il presidente.

La Polizia Federale brasiliana ha eseguito mercoledì 27 ordini di perquisizione e di sequestro nelle case di individui legati al presidente Jair Bolsonaro, come il blogger Allan dos Santos, nell’ambito di un’indagine sulla diffusione di notizie false contro la Corte Suprema Federale, ha riferito ACN.

Tra gli obiettivi dell’inchiesta ordinata da uno dei ministri del Tribunale federale (STF), il giudice Alexandre Mores, ci sono l’ex deputato federale Roberto Jefferson, l’uomo d’affari Luciano Hang, proprietario dei grandi magazzini Havan e dos Santos.

Oltre a loro, il deputato statale Douglas Garcia (PSL-SP), anch’egli legato al presidente Jair Bolsonaro, è un altro indagato per aver condiviso notizie false contro lo STF.

Ordini del tribunale sono in corso di esecuzione nel Distretto Federale, Rio de Janeiro, San Paolo, Mato Grosso, Paraná e Santa Catarina.

A Rio le perquisizioni riguardano l’abitazione di Jefferson, a Santa Catarina la casa di Hang, a San Paolo all’Assemblea Legislativa e a Brasilia a casa di Allan dos Santos.

Nell’ambito della confronto tra la Corte Suprema e Bolsonaro, De Moraes ha concesso cinque giorni al ministro dell’Istruzione, Abraham Weintraub, perchè di spiegazioni alla Polizia federale sulle dichiarazioni rilasciate il 22 aprile durante una riunione ministeriale in cui ha assicurato che “a partire dalla STF, avrebbe inviato tutti quei vagabondi in carcere!”.

Fonte

Potrebbero interessarti anche...