Eccellenti leader progressisti all’anniversario del Gruppo Puebla

Print Friendly, PDF & Email

Cinque ministri in carica, otto ex presidenti, due economisti di spicco e più di 40 leader progressisti ibero-americani si incontrano oggi per commemorare il primo anniversario del Gruppo Puebla.

Il Gruppo Puebla compie un anno.

L’alleanza, nata nella città messicana che dà il suo nome e che in questi 12 mesi è riuscita ad emergere come uno dei blocchi con una voce importante in tempi di pandemia, è composta da figure di spicco che cercano di raggiungere l’unità e lavorano per un maggiore progresso nel continente.

Secondo gli organizzatori, saranno presenti in videoconferenza i ministri degli Esteri María Aránzazu González (Spagna) e Felipe Solá (Argentina), e il ministro dell’Uguaglianza, Irene Montero (Spagna).

Saranno presenti anche il Ministro delle Donne, Genere e Diversità, Elizabeth Gómez Alcorta, e il Ministro dell’Ambiente e dello Sviluppo Sostenibile, Juan Cabandié (entrambi argentini) e gli economisti Mariana Mazzucato (Italia) e José Antonio Ocampo (Colombia).

Tutti si uniranno a diverse voci provenienti da 17 Paesi per discutere l’agenda progressista per superare la crisi della pandemia di Covid-19, come si chiama questo incontro.

Tra i membri permanenti del blocco che prenderanno la parola all’incontro virtuale ci sono gli ex presidenti José Mujica (Uruguay), Dilma Rousseff (Brasile), Rafael Correa (Ecuador), Ernesto Samper (Colombia), Evo Morales (Bolivia) e Leonel Fernández (Repubblica Dominicana), nonché l’ex primo ministro spagnolo José Luis Rodríguez Zapatero, per citarne alcuni.

Al dibattito parteciperanno anche i membri del Consiglio Latinoamericano per la Giustizia e la Democrazia (Clajud), la piattaforma giuridica del Gruppo Puebla, e il Gruppo Parlamentare Progressivo Ibero-Americano (GPI) di recente fondazione di quel blocco.

L’incontro sarà moderato dall’attuale Segretario Esecutivo della Commissione Economica per l’America Latina e i Caraibi (ECLAC) Alicia Bárcena.

Lo scopo è quello di lavorare su una proposta senza precedenti per ridisegnare le attuali regole del mercato, democratizzare la società, rafforzare lo Stato e la partecipazione sociale, poiché il virus ha portato alla luce le profonde disuguaglianze e vulnerabilità delle società.

Con due summit faccia a faccia e tre svoltisi in tempi di pandemia, in questa fase i membri del Gruppo Puebla, promossi, tra gli altri, dal Presidente argentino Alberto Fernandez quando non era ancora in carica, hanno potuto concretizzare iniziative e collaborare attivamente con organizzazioni come il G20 e le Nazioni Unite.

Traduzione: italiacuba.it

Fonte

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: