A Cuba vacanze sicure. Laboratorio di biologia molecolare a Cayo Largo del Sur

Print Friendly, PDF & Email

L’installazione di un laboratorio di biologia molecolare a Cayo Largo del Sur rafforzerà la garanzia di Cuba come destinazione sicura.

L’installazione di un laboratorio di biologia molecolare a Cayo Largo del Sur rafforzerà la garanzia di Cuba come destinazione sicura, ha detto il dottor Israel Velázquez Batista, direttore del settore della Sanità Pubblica, all’Agenzia di stampa cubana (ACN).

Il medico ha spiegato che la fornitura di attrezzature per l’analisi in loco dei test – Polymerase Chain Reaction (PCR) – principalmente ai lavoratori e ai viaggiatori provenienti dall’estero farà risparmiare tempo in attesa dei risultati e delle risorse per il trasporto dei campioni all’Istituto di Medicina Tropicale “Pedro Kourí” (IPK).

All’IPK, gli specialisti in microbiologia e i laureati in laboratorio biomedico hanno ricevuto una formazione di un mese in materia di elaborazione dei campioni e protocolli di biosicurezza, in modo che i vacanzieri possano sfruttare appieno le loro vacanze sul cayo, ha detto la più alta autorità sanitaria del territorio.

Israel Velázquez Batista ha sottolineato che sono in corso lavori per modificare locale, concepiti su quest’isolotto dell’arcipelago di Los Canarreos per effettuare la PCR in tempo reale, dove – una volta dotato di tecnologia all’avanguardia – il nuovo sistema diagnostico permetterà di rilevare eventuali casi positivi di SARS-CoV-2.

Per il prossimo mese di novembre, il laboratorio dovrebbe iniziare ad operare ai fini di effettuare il monitoraggio epidemiologico. Novembre è infatti il periodo in cui si prevede l’arrivo di viaggiatori stranieri in questa zona, ha detto la massima autorità sanitaria del Municipio.

L’aeroporto internazionale “Vilo Acuña”, disporrà inoltre di indicazioni sul pavimento per la distanza fisica dei passeggeri, oltre a una cartellonistica che indicherà i luoghi di transito e le regole igienico-sanitarie di stretta osservanza.

In conformità con con le esigenze dovute alla situazione sanitaria specifica del COVID-19, nelle istallazioni alberghiere sarà garantita la presenza di medici, infermieri e tecnici di igiene ed epidemiologia, predisposta per la sorveglianza clinico-epidemiologica dei vacanzieri, ha concluso Velázquez Batista.

Fonte

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: