Il “Che” che vive a Cuba

Print Friendly, PDF & Email

Alla morte di Ernesto Che Guevara, lo scrittore argentino Julio Cortázar scrisse la poesia “Yo tuve un hermano”. Noi cubani, che abbiamo avuto la fortuna di averlo come fratello, figlio, padre e amico incondizionato, vi lasciamo, 53 anni dopo la sua scomparsa fisica, queste foto della nostra fotoreporter Irene Pérez del Che che vive a Cuba.

“Yo tuve un hermano”

No nos vimos nunca
pero no importaba.

Yo tuve un hermano
que iba por los montes
mientras yo dormía.
Lo quise a mi modo,
le tomé su voz
libre como el agua,
caminé de a ratos
cerca de su sombra.

No nos vimos nunca
pero no importaba,
mi hermano despierto
mientras yo dormía,
mi hermano mostrándome
detrás de la noche
su estrella elegida.

Julio Cortázar

“Avevo un fratello”

Non ci siamo mai visti
ma non importava.

Avevo un fratello
che andava sui monti
mentre io dormivo.
Gli volevo bene, a modo mio,
gli ho preso la voce
libera come l’acqua.
Talvolta ho camminato
accanto alla sua ombra.

Non ci siamo mai visti
ma non importava,
mio fratello vigilava
mentre io dormivo,
mio fratello che mi indicava
al di là della notte
la sua stella prescelta

Julio Cortázar

https://youtu.be/6DYMBVWvBag

Il libro “Lettere d’addio” condivide le ultime righe che il Che ha dedicato ai suoi cari. Foto: Irene Pérez/ Cubadebate

Monumento a Che Guevara nella città di Guantanamo. Foto: Irene Pérez/ Cubadebate

Un uomo cammina davanti ai graffiti del Che all’Avana. Foto: Irene Pérez/ Cubadebate

Interno di una cantina all’Avana. Foto: Irene Pérez/ Cubadebate

Museo del Complesso di Scultura del Comandante Ernesto Che Guevara a Santa Clara. Foto: Irene Pérez/ Cubadebate

Il Che, che vive all’Avana. Foto: Irene Pérez/ Cubadebate

Fonte: Cubadebate

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Gianfranco ha detto:

    Grazie siempre Comandante Che Guevara sempre nel ❤ di noi rivoluzionari