Il presidente di Cuba evoca il rivoluzionario Camilo Cienfuegos

Print Friendly, PDF & Email

Il presidente della Repubblica, Miguel Díaz-Canel, ha evocato oggi il rivoluzionario Camilo Cienfuegos, in occasione del 61° anniversario dalla scomparsa dell’eroe cubano.

Attraverso il suo account ufficiale su Twitter, il presidente ha scritto: “Camilo, nella memoria eterna del popolo”, e ha fatto accompagnare il suo messaggio dalle hashtag #SomosCuba #SomosContinuidad.

Camilo Cienfuegos (1932-1959) fu uno dei protagonisti della lotta armata che rovesciò la tirannia di Fulgencio Batista il 1° gennaio 1959.

Dopo il trionfo della Rivoluzione cubana, è diventato il capo di stato maggiore dell’esercito ribelle.

Il 28 ottobre 1959 si recò per motivi di lavoro nella provincia di Camagüey, nel centro-est del paese, e quando tornò all’Avana l’aereo scomparve nel bel mezzo di una tempesta.

Dopo giorni di intensa ricerca, il leader della Rivoluzione Fidel Castro ha dichiarato: “Uomini come Camilo Cienfuegos sono usciti dal popolo e hanno vissuto per il popolo. Il nostro unico risarcimento per la perdita di un compagno così vicino a noi è sapere che il popolo di Cuba produce uomini come lui. Camilo vive e vivrà nella gente”.

Ogni anno i cubani ricordano l’eroe con un pellegrinaggio e gettano fiori nel mare e nei fiumi in omaggio alla sua vita e al suo lavoro.

Questo 28 ottobre, nel rispetto delle misure sanitarie prima della Covid-19, il pellegrinaggio di massa non sarà promosso, ma l’omaggio sarà fatto in forma ridotta con i rappresentanti dei gruppi dei lavoratori e degli studenti, e attraverso i social network e i media.

Fonte: Prensa Latina

Traduzione: italiacuba.it

Ascolta l’ultima volta che il Comandante Camilo Cienfuegos si è rivolto al popolo cubano nel discorso davanti al Palazzo presidenziale del 26 ottobre 1959, dove un milione e mezzo di persone si sono riunite per sostenere il governo rivoluzionario.

Potrebbero interessarti anche...