Cuba e l’Unione europea celebrano il secondo ciclo del dialogo sullo sviluppo sostenibile

Print Friendly, PDF & Email

I rappresentanti di Cuba e dell’Unione Europea (UE) si sono incontrati ieri per tenere, virtualmente, il secondo dialogo politico Cuba-UE sullo sviluppo sostenibile.

Rodolfo Reyes Rodríguez, direttore generale degli Affari multilaterali e del Diritto internazionale del Ministero degli Affari esteri di Cuba, e Jolita Butkeviciene, direttore per l’America Latina e i Caraibi della Direzione generale per la Cooperazione internazionale e lo sviluppo della Commissione europea, hanno presieduto le rispettive delegazioni, che hanno avuto uno scambio di opinioni in un clima rispettoso e costruttivo.

Questo incontro ha dato continuità al Dialogo tenutosi il 16 aprile 2019, nell’ambito dell’Accordo di dialogo politico e di cooperazione tra Cuba, l’Unione europea e i suoi Stati membri.

L’incontro ha affrontato le priorità condivise da entrambe le parti in materia di sviluppo sostenibile, associate in particolare all’urgente trasformazione per invertire il riscaldamento globale, alle strategie per la transizione verso un’economia della conoscenza, basata sull’inclusione sociale, e al ruolo dei sistemi sanitari e allo sviluppo delle biotecnologie nella lotta contro la pandemia COVID-19.

Sono state affrontate anche le prospettive di collaborazione tra Cuba e l’UE in diversi forum multilaterali, come pubblicato da Cubaminrex.

La delegazione cubana ha sottolineato che il blocco economico, commerciale e finanziario imposto dagli Stati Uniti al nostro Paese costituisce il principale ostacolo al raggiungimento dell’Agenda 2030 e degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, così come all’attuazione del Piano Nazionale per lo Sviluppo Economico e Sociale fino al 2030.

Cuba ha anche presentato i risultati ottenuti nell’attuazione di “Tarea Vida”, il piano dello Stato cubano per affrontare il cambiamento climatico. Entrambe le parti hanno ribadito il loro impegno a favore della cooperazione internazionale in questo settore e il loro fermo sostegno all’accordo di Parigi.

Il quadro è stato favorevole alla firma del protocollo dell’accordo di cooperazione tra Cuba e l’UE, che attua il progetto “Salvare vite e mitigare l’impatto dell’emergenza COVID-19 a Cuba”, finanziato dall’UE per un importo di 1,5 milioni di euro.

In precedenza, si è tenuto un incontro tra rappresentanti della società civile cubana ed europea, con l’obiettivo di scambiare opinioni sul ruolo che le organizzazioni della società civile dovrebbero svolgere nel raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile.

Fonte: acn

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...