La Bolivia scommette sull’iniziativa statale come motore economico

Print Friendly, PDF & Email

Oggi il governo boliviano scommette sull’iniziativa statale come principale motore dell’economia, settore al quale inietterà circa 500 milioni di dollari.

La cifra è stata confermata dal Ministro dell’Economia e delle Finanze Marcelo Montenegro, che ha indicato che l’esborso sarà assunto dal Bilancio generale dello Stato del 2021.

Questo conto sarà utilizzato anche per gli investimenti pubblici, una linea che le autorità promuovono fin dai giorni della campagna elettorale che precede le elezioni generali del 18 ottobre, ha detto il ministro.

Questi investimenti, ha spiegato, sono finalizzati a rilanciare diversi settori produttivi e a generare nuovi posti di lavoro per aiutare il Paese a superare la crisi causata dalla cattiva gestione del governo golpista di Jeanine Áñez, situazione aggravata dall’impatto della Covid-19.

Il governo democraticamente eletto del presidente Luis Arce sta cercando di tornare alla crescita e alla stabilità economica che la Bolivia ha mostrato prima del colpo di stato contro Evo Morales e il Movimento verso il socialismo (MAS) nel novembre 2019.

Il prodotto interno lordo della Bolivia dovrebbe crescere del 4,8% il prossimo anno, più del doppio rispetto al 2,2% registrato durante l’amministrazione del colpo di stato.

All’inizio di questa settimana, l’esecutivo ha annunciato la creazione di un fondo di 911 milioni di boliviani (oltre 132 milioni di dollari) per rilanciare l’industria nazionale.

L’amministrazione di Arce sta anche preparando un nuovo pacchetto di misure economiche che ha definito “energiche”, considerate un nuovo stimolo alla produzione nazionale e alla creazione di posti di lavoro.

Fonte: Prensa Latina

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...