Cuba andrà avanti a prescindere dalle false liste statunitensi

Print Friendly, PDF & Email

La crescente aggressività contro Cuba dell’attuale governo degli Stati Uniti è stata più velenosa nel bel mezzo del COVID-19. Ieri altre tre aziende dell’isola si sono aggiunte all’imbarazzante lista di enti sanzionati da quell’amministrazione.

Secondo il sito web del Dipartimento di Stato americano, il Grupo de Administración Empresarial S.A., Financiera Cimex S.A. e Kave Coffee S.A. sono stati inclusi dall’Office of Foreign Assets Control (OFAC). Anche tre funzionari nicaraguensi hanno ricevuto lo stesso trattamento

“Rifiuto le nuove misure di blocco annunciate dal segretario di Stato Mike Pompeo. Cuba andrà avanti, indipendentemente dal numero di entità che includerà nelle loro false liste. Ogni azione della politica estera statunitense rafforza l’isolamento e il discredito internazionale a cui Trump e la sua squadra l’hanno condotta”, ha denunciato su Twitter il ministro degli Esteri cubano Bruno Rodríguez Parrilla.

Pompeo ha ripetuto la cruda giustificazione: “questa azione cerca di porre fine a pratiche economiche che avvantaggiano in modo sproporzionato Cuba e il Nicaragua”.

La Casa Bianca mostra la sua ostilità e il suo odio viscerale volendo fermare – con misure coercitive unilaterali – la risposta cubana alla pandemia, e viola anche i diritti umani di milioni di persone.

Fonte: Trabajadores

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: