Il vaccino nasale cubano anti-Covid 19 chiude il breve ciclo di prova

Print Friendly, PDF & Email

Gli scienziati del Centro de Ingeniería Genética y Biotecnología (CIGB) hanno annunciato che hanno completato uno dei primi passi degli studi clinici di Fase 1dei loro candidati al vaccino anti-Covid-19.

L’istituto sta conducendo due studi, Mambisa, che esplora la via nasale, e Abdala, la via intramuscolare.

Il primo utilizza come antigene la proteina AgsHB del virus dell’epatite B, base del vaccino cubano contro questo agente patogeno: HeberNasvac.

Mambisa ha terminato il cosiddetto breve tempo di studio previsto per il giorno zero, 14 e 28, ha spiegato Miladys Limonta, il responsabile del processo, in dichiarazioni a Prensa Latina.

Lo studio, iniziato il 7 dicembre presso l’ospedale Carlos J. Finlay della capitale, ha un campione di 88 volontari suddivisi in quattro gruppi, che saranno testati per le diverse vie di somministrazione: intramuscolare e intranasale.

Inizialmente, i suoi membri hanno ricevuto una dose intramuscolare del farmaco e altre due per via intra-analitica, mentre un altro gruppo ha ricevuto tre somministrazioni nello stesso sito. Dopo di che, i campioni sono stati elaborati e il farmaco è stato trovato sicuro perché ci sono state solo lievi reazioni avverse, ha detto Limonta.

Una volta completata la valutazione dell’agenzia di regolamentazione, passeremo al lungo periodo di studio, tra i giorni zero, 28 e 56, ha detto.

Nel frattempo, anche il secondo candidato anti-Covid-19 del CIGB, Abdala, ha concluso il suo breve ciclo che valuta i range di dose in un periodo di zero, 14 e 28 giorni.

Sviluppato presso l’ospedale Saturnino Lora nella provincia orientale di Santiago de Cuba, è composto da 132 volontari, che ricevono due dosi di antigene e un placebo per via intramuscolare.

I vaccini anti-Covid-19 del CIGB completano il quartetto di proposte di Cuba per ottenere l’immunizzazione della popolazione contro questa malattia.

Anche i primi due, Sovereign 01 e 02, stanno facendo buoni progressi, dicono gli sviluppatori del’Instituto Finlay de Vacunas.

Fonte: Prensa Latina

Traduzione: italiacuba.it

 

 

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: