Denunciata la sovversione degli Stati Uniti contro la rivoluzione cubana

Print Friendly, PDF & Email

L’account ufficiale di Twitter della Presidenza di Cuba, oggi ha denunciato la sovversione contro la Rivoluzione cubana, e ha assicurato che queste azioni non riescono a piegare la volontà del popolo che disprezza gli sponsor e i loro burattini.

“Il lucroso business della sovversione contro la Rivoluzione cubana, non riesce a piegare la volontà di un popolo che disprezza gli sponsor e i loro burattini. Noi siamo Cuba #SomosCuba #SomosContinuidad #Cuba “, ha twittato la Presidenza e ha collegato al suo messaggio una nota del media digitale Granma.

Il quotidiamo cubano sottolinea che attraverso agenzie, imprese e organizzazioni con una gestione losca dei loro fondi, la sponsorizzazione di azioni che cercano di rovesciare la Rivoluzione ha superato i 249,5 milioni negli ultimi 20 anni.

Secondo un rapporto del sito Cuba Money Project, citato da Granma, solo nel 2020 agenzie come l’Agenzia degli Stati Uniti per lo Sviluppo Internazionale (USAID), hanno accumulato 2,5 milioni per finanziare iniziative sovversive.

L’articolo fa riferimento che durante il 2017, almeno 54 gruppi hanno operato programmi a Cuba con denaro proveniente dall’Usaid o Fundación Nacional para la Democracia (NED), in coincidenza con l’arrivo dell’amministrazione Trump alla presidenza.

Attualmente, i finanziamenti per la sovversione si concentrano su azioni come la recente provocazione al Ministero della Cultura dell’isola, durante la quale i giornalisti hanno ricevuto tra 150 e 200 dollari per la copertura, come riconosciuto da un giornalista del sito ADN Cuba.

Il testo assicura che anche se è impossibile sapere quanto denaro statunitense finisce a Cuba e quante persone vengono pagate, è chiaro che i milioni investiti non sono stati in grado di piegare un popolo che difende la sua sovranità.

Fonte: acn

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...