Le organizzazioni statunitensi sollecitano la normalizzazione delle relazioni USA-Cuba

Print Friendly, PDF & Email

Martedì, 56 organizzazioni, tra cui avvocati e gruppi per i diritti umani, organizzazioni religiose, gruppi cubano-americani e organizzazioni ambientali, hanno inviato una lettera all’amministrazione Biden-Harris, chiedendo un’azione immediata per invertire le politiche fallimentari dell’ex presidente Donald Trump.

Più di 50 organizzazioni politiche, religiose e imprenditoriali degli Stati Uniti hanno inviato una lettera all’attuale amministrazione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden, dove chiedono un’azione immediata per invertire le politiche fallimentari dell’ex presidente Donald Trump che colpiscono il popolo cubano, ha riferito l’agenzia di stampa cubana.

A questo proposito, Geoff Thale, presidente dell’Ufficio di Washington sull’America Latina, ha detto che “le politiche dell’era Trump non hanno fatto nulla per promuovere né la relazione tra gli Stati Uniti e Cuba né il benessere del popolo cubano”, si riferisce la missiva pubblicata dal Centro per la Democrazia nelle Americhe sul suo sito web, citato su Twitter da José Ramón Cabañas, ambasciatore di Cuba in territorio statunitense.

La lettera dettaglia raccomandazioni politiche specifiche che l’amministrazione Biden-Harris dovrebbe prendere per iniziare una politica di impegno più costruttivo verso Cuba. Si afferma che è nell’interesse degli Stati Uniti e nell’interesse del popolo cubano muoversi rapidamente verso una relazione più normale, ed esorta il Congresso a costruire su queste misure attraverso un’azione legislativa per porre fine alle restrizioni, ha commentato il sito web Cubaminrex.

Fonte: juventud rebelde

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...