Avanzano gli studi sull’unico candidato vaccino per i convalescenti di COVID-19

Print Friendly, PDF & Email

L’unico candidato vaccino al mondo per immunizzare i convalescenti COVID -19, Soberana 01B, ha completato con successo lo studio clinico di fase 1 e dovrebbe presto passare a una fase con più soggetti per valutare l’immunogenicità.

La novità di Sovereign 01B è che mira a proteggere coloro che hanno recuperato dall’infezione da SARS-CoV2, mentre nel resto del mondo la ricerca si concentra solo su coloro che non hanno contratto la malattia pandemica.

Secondo il Dr. Arturo Chang Monteagudo, investigatore principale, i 28 giorni di questa prima parte della sperimentazione si sono conclusi alla vigilia del 14 febbraio con 30 volontari, tra i 19 e i 59 anni, che presentavano un quadro clinico lieve o erano asintomatici, ma potevano essere reinfettati a causa dei loro bassi livelli di anticorpi.

Ha fatto riferimento all’evidenza che i convalescenti possono sviluppare nuovamente la malattia e che questo studio clinico valuta la sicurezza, la reattogenicità e l’immunogenicità preliminare del prodotto sviluppato dall’Instituto Finlay de Vacunas.

Lo specialista ha riferito che non ci sono stati eventi avversi gravi durante il processo, in cui è stata mantenuta una comunicazione costante con i partecipanti già sani che sono stati divisi in asintomatici, lievemente sintomatici e positivi agli studi sugli anticorpi.

Ha spiegato che viene somministrato in una sola dose perché il farmaco è un rinforzo all’immunità del convalescente, che quando sarà dimostrato sarà un contributo alla protezione di un importante gruppo di popolazione.

Ha aggiunto: “L’ipotesi scientifica che è stata tratta è che il candidato vaccino è sicuro e può essere un rinforzo o in qualche modo un richiamo all’immunità dell’individuo che era già stato in contatto con il microrganismo. Pertanto, una singola dose dovrebbe aumentare i livelli di anticorpi protettivi contro la malattia”.

Lo Studio Clinico di Fase 1 di Soberana 01B ha come sito clinico l’Istituto di Ematologia e Immunologia e partecipano altre istituzioni del Ministero della Salute Pubblica, come il Centro di Immunodosaggio, la Scuola Nazionale di Salute Pubblica, il Centro Nazionale di Genetica Medica, il Centro Nazionale di Coordinamento degli Studi Clinici e il Programma Nazionale Sangue.

Fonte: Trabajadores

Taduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...