Alta priorità all’innovazione nello sviluppo tecnologico

Print Friendly, PDF & Email

Il presidente cubano, durante una visita al Centro per l’innovazione e lo sviluppo del gruppo elettronico (Gelect),  ha notato il potenziale per diventare uno spazio per sostenere il talento e l’innovazione per tutti gli attori dell’economia nazionale.

Le limitazioni materiali che si moltiplicano a Cuba con il blocco statunitense e gli effetti della pandemia, non impediscono la priorità dello sviluppo tecnologico e stimolano la partecipazione delle innovazioni nella dinamica socio-economica del paese.

Questo è stato confermato dal tour fatto venerdì scorso dal Presidente della Repubblica, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, presso il Centro per l’innovazione e lo sviluppo del gruppo elettronico (Gelect), accompagnato dal vice primo ministro, comandante della rivoluzione Ramiro Valdés Menéndez.

Sul suo account Twitter, il capo di stato ha condiviso di aver potuto apprezzare significativi passi di sviluppo, guidati dall’impegno e dal carattere imprenditoriale e creativo del suo gruppo.

Nella stessa rete sociale, Valdés Menéndez ha postato che nel workshop per lo sviluppo di nuovi prototipi del Gruppo di Elettronica, hanno avuto dettagli dei progetti innovativi e scambiato con i giovani che li portano avanti. “Strumenti moderni in mani dedicate, danno risultati”.

Nel bilancio di Gelect, è stato riportato che l’entità prevede di commercializzare più di 300.000 decoder, così come la produzione di televisori ibridi da 32 pollici per il settore dell’istruzione, con lo scopo di eliminare i canali analogici senza influenzare il servizio di teleclassificazione.

Fonte: Granma

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: