La donna cubana è figlia di una patria indomabile e libera

Print Friendly, PDF & Email

In un messaggio in occasione di questo 8 marzo, la Segreteria Nazionale della Federazione delle Donne Cubane si è congratulata con tutte le donne del paese e le ha invitate a commemorare la data, nonostante le complesse condizioni imposte dalla COVID-19.

“Nulla può mettere in ombra i progressi nell’uguaglianza e nell’inclusione sociale che abbiamo raggiunto in questi 62 anni di trionfo rivoluzionario, che ci hanno portato ad essere protagoniste e beneficiarie dirette di programmi mirati alla protezione della salute, alla maternità, alla diversificazione nella produzione alimentare, al miglioramento professionale e dei mestieri, alla molteplicità delle fonti di impiego, alla promozione a posizioni direttive e decisionali, alla visualizzazione del lavoro femminile in tutti i rami della creazione artistica e molto altro”, dice la lettera.

Il testo dà conto delle diverse ragioni che, nel mondo, mobilitano le donne nella loro Giornata Internazionale, fondamentalmente per rivendicare i diritti di uguaglianza che, per milioni, sono ancora un’utopia.

Si è rallegrata del fatto che le donne cubane hanno i loro diritti debitamente sanciti nella Costituzione della Repubblica, che viene costantemente attuata e si migliora il lavoro di coloro che sono responsabili della loro applicazione.

“Non ci fermiamo, andiamo avanti in una marcia unitaria verso nuovi obiettivi, rafforzando il funzionamento delle famiglie nella formazione dei valori promossi da una società come quella che stiamo costruendo, rifiutando le manifestazioni di violenza in qualsiasi ambiente e continuando a promuovere nella popolazione atteggiamenti che favoriscano l’uguaglianza e l’equità rispetto alla partecipazione delle donne nelle varie sfere di sviluppo, Questo è lo scopo che la Federazione delle Donne Cubane promuove, dagli insegnamenti dell’eterna presidentessa Vilma Espín Guillois, con l’autorità morale acquisita in questi 60 anni di esistenza dell’organizzazione, e lo status dato dal nostro Governo di essere il Meccanismo Nazionale per il Progresso delle Donne”, ha dichiarato il proclama.

La Segreteria Nazionale della FMC ha ribadito il suo status di forza organizzata a favore delle conquiste ottenute, qualificando le donne cubane come “degne figlie di questa Patria indomabile, libera, indipendente e sovrana”, e riafferma la fedeltà alla Rivoluzione sotto il principio di intransigenza che a Cuba significa lo slogan Patria o morte.

ABBRACCIO DA CUBA

Coerentemente con lo spirito di fratellanza continentale che comporta il nome e la ragion d’essere della Casa de las Americas, l’istituzione cubana ha fatto conoscere la sua solidarietà “con le lotte delle donne latinoamericane e caraibiche per i loro diritti e, molto particolarmente, perché in un futuro post-pandemico ci sia meno violenza, meno divari di genere e più equità”.

Nel suo messaggio, ha riconosciuto le difficoltà che il COVID-19 ha moltiplicato per le donne del continente in termini di occupazione, reddito e responsabilità familiari, e ha ribadito la sua posizione di sostegno nelle rivendicazioni di tutti i loro diritti.

Fonte: Granma

Traduzione: italiacuba.it

 

Potrebbero interessarti anche...