La carovana globale contro il blocco USA di Cuba prende forma. #NoMasBloqueo #BloqueNoSolidaridadSí

Print Friendly, PDF & Email

La carovana mondiale del 27 e 28 marzo contro il blocco degli Stati Uniti contro Cuba sta guadagnando seguaci in diversi paesi e sta prendendo forma, ha detto José Antonio Toledo, uno dei promotori, oggi.

Parlando a Prensa Latina, il coordinatore del canale Europa per Cuba, da cui è stato lanciato l’appello alla mobilitazione il 28 febbraio, ha detto che sono state confermate attività in circa 20 paesi, mentre altri otto o dieci dovrebbero unirsi nei prossimi giorni.

Vediamo come lo sviluppo dell’iniziativa si sta moltiplicando, con una buona accoglienza da parte di tutte le organizzazioni contattate, anche con più di un’azione già pianificata in paesi come Spagna, Francia, Irlanda e Italia, ha detto.

Secondo Toledo, in un contesto segnato da Covid-19, le attività contro il blocco economico, commerciale e finanziario imposto a Cuba da Washington saranno diverse, in base alla situazione di ogni luogo, con carovane di veicoli e biciclette, escursioni, scalate e raduni.

Anche le reti sociali avranno un ruolo molto importante, perché l’intenzione è quella di trasmettere le azioni in diretta via Internet, ha detto a Prensa Latina.

Il coordinatore del canale Europa per Cuba ha assicurato che la carovana mondiale per chiedere la fine del blocco sull’isola rappresenterà solo un punto di partenza, e altre idee di portata globale verranno nella battaglia contro una politica aggressiva intensificata durante l’amministrazione di Donald Trump (2017-2021).

C’è accordo sulla necessità di svolgere attività di questo tipo e di mantenerle fino alla fine dell’assedio, ha insistito Toledo.

Fonte: Siempre con Cuba

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...