Dall’Italia: il blocco degli Stati Uniti contro Cuba deve essere tolto

Print Friendly, PDF & Email

Italiani e cubani convocati dall’Associazione Culturale per un Principe Nano hanno chiesto la revoca del blocco economico, commerciale e finanziario degli Stati Uniti contro l’isola.

Il gruppo presieduto da Olga Lidia Priel, una cubana residente nella città di Jesi, ha trasmesso attraverso le reti sociali un audiovisivo in cui uomini e donne di diversi settori hanno aggiunto la loro voce alla carovana globale di questo giorno per chiedere la fine dell’assedio di Washington contro la nazione caraibica.

Dal Veneto, Ornella Affabris ha parlato delle origini, della natura, dell’extraterritorialità e della natura genocida del blocco sulla base di documenti declassificati del governo americano.

La scrittrice Maddalena Celano, di Convergencia Socialista, e Manuel Santoro, segretario generale di questa organizzazione, così come Sara Sáez, di Asociación Cuba Nordeste e la sua compatriota Niurka Bertha Pico, residente a Milano, hanno parlato nello stesso senso.

A nome del circolo dell’Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba della città di Senigallia è intervenuto Giuseppe Polinori, che ha evidenziato la qualità e l’efficacia del sistema sanitario cubano, universale e gratuito, basato sulla prevenzione attraverso la territorialità e la capillarità della medicina comunitaria e familiare.

Dopo aver sottolineato che Cuba dimostra come solo attraverso uno sforzo globale si possa sconfiggere la pandemia del Covid-19, Polinori ha ringraziato l’aiuto dato all’Italia dai collaboratori sanitari dell’isola e ha sottolineato che “l’imperialismo statunitense non tollera un paese che costruisce ponti e non manda armi ma medici”.

Noi cubani che viviamo in Italia, dai nostri balconi, appoggiamo l’iniziativa dell’Europa per Cuba contro il blocco e penso che dal profondo del cuore la parola d’ordine dovrebbe essere ‘Sì per Cuba, No al blocco’, ha detto Rebeca Rangel, di Proyecto Latino.

Con uguale patriottismo, altri cubani come Juan Bautista, Rosa Lidia Terry, così come Waldo Regüeiferos e Yulier Canuto, di Santiago de Cuba, appoggiati dagli italiani Moreno, Lucrecia, Walter, Annamaria e Roberto, di Cuba Insieme, e Sergio Ruggeri e Rossana Montechiani, del Partito della Rifondazione Comunista.

Le severe restrizioni alla mobilità e agli incontri sociali in vigore in Italia per contenere la pandemia hanno impedito la realizzazione di attività di massa in spazi aperti, nonostante ciò diverse organizzazioni sviluppano iniziative adeguate alle circostanze in diverse città del paese.

Iniziative in 60 paesi contro il blocco statunitense di Cuba

Aerostato contra bloqueo a Cuba se eleva desde Rusia (+Fotos)
Asociación de Gambia apoya reclamo mundial contra bloqueo a Cuba

México alista caravana contra el bloqueo de EE.UU. a Cuba (+Fotos)

Organizaciones alemanas y cubanos residentes piden fin del bloqueo

Caravana contra bloqueo a Cuba recorrió tierra angoleña

Namibios y cubanos unidos en lucha contra el bloqueo (+Foto)
 
Repudian en Francia bloqueo estadounidense contra Cuba (+Foto)

Fonte: Prensa Latina

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...

2 risposte

  1. Mario Ftanzi ha detto:

    Quanti movimenti ed associazioni di tutto il mondo appoggiano la compagna contro il Bloqueo americano a Cuba!

  2. Tommaso Mazzei ha detto:

    Protesto vivamente contro il governo italiano che ha votato il rinnovo delle sanzioni economiche contro Cuba. Un vergognoso gesto di ingratitudine verso una nazione che, prima fra tutte, è accorsa a dare aiuto agli italiani in grave emergenza Covid-19

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: