Il blocco contro Cuba causa milioni di dollari di perdite nel settore energetico

Print Friendly, PDF & Email

Le azioni del blocco statunitense contro Cuba hanno colpito lo sviluppo del settore energetico e minerario con perdite stimate in circa 125 milioni 282 mila dollari tra il 2019 e il 2020, ha riferito oggi il deputato.

Il Ministero dell’Economia e della Pianificazione (MEP) attraverso il suo account Twitter ha sostenuto che nel caso del gruppo imprenditoriale Unión Eléctrica i danni hanno superato i 16 milioni di dollari.

Uno degli elementi che hanno gravemente colpito la produzione e i servizi di quell’entità è che i principali produttori di attrezzature e pezzi di ricambio per il processo di produzione hanno sospeso le loro relazioni con il gruppo, MEP evidenziato nella rete sociale.

Questo è dovuto all’assedio commerciale, finanziario ed economico imposto per quasi sei decenni contro l’isola, ha detto.

Nel caso della società mista Moa Nickel S.A., le esportazioni sono state colpite da sette milioni 580 mila dollari.

L’entità ha smesso di produrre circa 700 tonnellate di solfuri misti di nichel e cobalto nel 2019 a causa degli effetti sulla fornitura di carburante.

Recentemente, centinaia di giovani dell’Avana si sono uniti alla carovana mondiale contro la politica ostile degli Stati Uniti in un’attività sul lungomare dell’Avana.

Allo stesso modo, cinquanta località degli Stati Uniti, del Canada e di altri paesi hanno chiesto la fine del blocco economico di Washington e hanno aderito all’iniziativa Puentes de Amor in solidarietà con l’isola caraibica.

Fonte: Prensa Latina

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: