Venezuela: il blocco degli Stati Uniti limita l’acquisto di vaccini antivirali

Print Friendly, PDF & Email

Il blocco degli Stati Uniti contro il Venezuela è ciò che impedisce al governo bolivariano di acquisire tutti i vaccini necessari per immunizzare la popolazione, ha detto il ministro degli Esteri Jorge Arreaza.

In un’intervista all’Agence France Press (AFP), il ministro degli Esteri ha detto che senza le misure coercitive imposte da Washington, i vaccini anti-virus necessari al paese sarebbero già stati acquistati.

“Se il Venezuela non avesse bloccato le sue risorse all’estero, avremmo comprato i 30 milioni di vaccini tre mesi fa”.

Ha spiegato che finora hanno ricevuto poco meno di un milione di vaccini: 250.000 dosi dalla russa Sputnik V e mezzo milione dalla compagnia farmaceutica cinese Sinopharm.

“Non solo abbiamo avuto i 30 milioni di vaccini, ma avremmo vaccinato metà della popolazione se non avessimo avuto i meccanismi bloccati nella banca internazionale”.

Speriamo, ha detto, che l’Organizzazione Panamericana della Sanità (OPS) riceva le risorse per comprare i vaccini in Venezuela, attraverso il meccanismo Covax, che pagheremo noi.

A questo proposito, il direttore del dipartimento delle emergenze di OPS, Ciro Ugarte, ha detto che i negoziati e i colloqui continuano per sbloccare le risorse del Venezuela all’estero e per essere in grado di acquisire i farmaci.

Il paese sta attualmente vivendo una seconda ondata di infezioni da Covid-19, che le autorità sanitarie dicono essere più contagiosa e letale, ed è legata alla presenza di ceppi del virus rilevati in Brasile.

Fonte: Prensa Latina

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: