Il Parlamento di Cuba ringrazia l’Italia per la mozione contro il blocco

Print Friendly, PDF & Email

La vicepresidente del Parlamento cubano, Ana María Mari, ha ringraziato oggi la mozione approvata dal Senato italiano a favore della revoca del blocco economico, commerciale e finanziario imposto dagli Stati Uniti all’isola.

Attraverso il suo account Twitter, la rappresentante dell’Assemblea nazionale del potere popolare (ANPP) ha accolto con favore l’iniziativa che chiede al governo del suo paese, insieme all’Unione europea (UE), di rafforzare le azioni internazionali per l’effettiva eliminazione della politica.

Secondo il sito dell’ANPP, la proposta presentata dalle senatrici Paola Nugnes e Loredana de Petris, come prime firmatarie, riconosce la risposta solidale del territorio isolano alla pandemia di Covid-19 in Italia, a partire dall’invio delle brigate mediche del contingente internazionale Henry Reeve.

Cuba continua ad essere sottoposta dal governo degli Stati Uniti ad un blocco economico, commerciale e finanziario, contrario al diritto internazionale, per ragioni politiche unilateralmente motivate”, dice il testo replicato dall’ANPP.

La Camera Alta del Parlamento cubano ha approvato oggi la mozione numero 238, con il voto favorevole di 173 dei 194 senatori presenti.

Secondo le autorità cubane, la politica è una violazione dei diritti umani e il più grande ostacolo allo sviluppo del territorio caraibico.

I danni accumulati in sei decenni ammontano a 144 miliardi 413 milioni di dollari, e tra aprile 2019 e marzo 2020, l’azione degli Stati Uniti ha causato perdite nell’ordine di cinque miliardi 570 milioni di dollari, una cifra record per un anno.

L’aggressione si è intensificata sotto la presidenza di Donald Trump (2017-2021), con circa 240 misure coercitive e l’inclusione di Cuba nella lista unilaterale della Casa Bianca di presunti sponsor di Stato del terrorismo.

Fonte: Prensa Latina

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...