Il Partito Comunista di Cuba eleggerà il Comitato Centrale

Print Friendly, PDF & Email

L’ottavo Congresso del Partito Comunista di Cuba (PCC) sviluppa oggi il penultimo giorno di lavoro, in cui i suoi delegati voteranno i membri del Comitato Centrale, con un mandato per i prossimi cinque anni.

Il Comitato Centrale è il massimo organo del PCC tra un congresso e l’altro.

Decide il numero dei membri dell’Ufficio Politico, che elegge e seleziona il primo e il secondo segretario.

Ha il compito di attuare le risoluzioni, le politiche e i programmi approvati dal congresso che lo ha eletto.

I delegati dell’ottavo conclave studieranno il progetto di candidatura prima di votare alla fine della sessione di oggi.

Il voto coinvolgerà 300 militanti che rappresentano gli oltre 700.000 aderenti al PCC.

Il numero di delegati al forum è in corrispondenza con la situazione epidemiologica causata dalla pandemia Covid-19 nella nazione caraibica.

In precedenza, il congresso discuterà e approverà diverse risoluzioni, tra cui il Rapporto Centrale presentato dal primo segretario, il generale dell’esercito Raul Castro.

Lo stesso accadrà per i progetti di risoluzione emersi dalle tre commissioni che hanno lavorato negli ultimi due giorni e che si sono occupate di questioni economiche, della politica dei quadri e del funzionamento del Partito e del lavoro ideologico.

Le risoluzioni approvate dal conclave includeranno questioni come l’aggiornamento del modello economico e sociale dello sviluppo socialista cubano; così come le linee guida del PCC e della Rivoluzione, da cui Cuba sarà guidata nei prossimi anni.

Il congresso si conclude il 19 aprile, data in cui Cuba commemora il 60° anniversario della sconfitta a Playa Giron dell’invasione mercenaria armata e finanziata dagli Stati Uniti.

Quel giorno avrà luogo la prima sessione plenaria del nuovo Comitato Centrale, i cui membri eleggeranno i vertici del PCC per il periodo 2021-2026.

 

Fonte: Prensa Latina

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...