Cuba e il Parlamento europeo confermano la volontà di approfondire i legami

Print Friendly, PDF & Email

La vicepresidente dell’Assemblea Nazionale del Potere Popolare di Cuba (Parlamento), Ana María Mari, e il vicepresidente del Parlamento Europeo, Dimitrios Papadimoulis, hanno espressoo oggi la volontà di rafforzare i legami tra le due organizzazioni.

In una riunione di lavoro virtuale, il rappresentante cubano ha ringraziato l’appoggio del deputato contro il blocco economico imposto alla nazione caraibica dagli Stati Uniti, secondo una nota pubblicata dal sito dell’Assemblea.

La vicepresidente ha anche sottolineato la condanna dell’inclusione di Cuba nella lista degli sponsor del terrorismo pubblicata da Washington e il riconoscimento del lavoro di solidarietà del personale sanitario cubano nella lotta contro il Covid-19.

“In mezzo alla complessa situazione internazionale, a causa della pandemia, il blocco contro il nostro popolo si è intensificato e restano in vigore 243 misure applicate dalla precedente amministrazione statunitense”, ha detto la parlamentare.

Da parte sua, Papadimoulis ha ribadito il suo appoggio permanente alla lotta per la revoca della politica ostile degli Stati Uniti.

“Cuba ha raggiunto risultati significativi in vari settori per 60 anni. Sono sicuro che, con la fine del blocco, continueranno a conquistare successi”, ha osservato.

Entrambi hanno riconosciuto il lavoro svolto dal Gruppo Informale di Amicizia con Cuba e le sue ampie prospettive di lavoro e hanno ribadito la volontà di approfondire le relazioni interparlamentari, in conformità con l’accordo di dialogo politico e cooperazione tra l’Unione Europea e l’Avana.

Alla riunione hanno partecipato anche la deputata Yolanda Ferrer Gómez, presidente della Commissione delle Relazioni Internazionali del Parlamento cubano, e gli ambasciatori della nazione in Belgio, Lussemburgo e Unione Europea, Norma Goicochea; e in Grecia, Zelmys María Domínguez.

Fonte: Prensa Latina

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...