Gli Stati Uniti cambiano il loro presidente, ma è più o meno la stessa cosa

Print Friendly, PDF & Email

L’amministrazione Biden, nonostante le promesse fatte durante la campagna elettorale di rivedere le relazioni bilaterali, dà continuità alla politica aggressiva contro Cuba e cerca così di giustificare la decisione arbitraria di mantenere le 243 misure attuate da Trump.

A dimostrazione che la politica ostile del governo degli Stati Uniti contro Cuba rimane inamovibile, l’attuale presidente, Joe Biden, mantiene Cuba nella lista dei paesi che “non cooperano nella lotta contro il terrorismo”, e mantiene le misure coercitive e le liste unilaterali attuate dalla precedente amministrazione, nonostante il rifiuto dell’opinione mondiale.

“Voltando le spalle alla grande maggioranza del popolo cubano e americano, il governo del presidente Biden adotta le misure di Trump”, ha detto il membro dell’Ufficio Politico e ministro degli Esteri cubano, Bruno Rodríguez Parrilla, sul suo account Twitter. Ha anche sottolineato “l’inalterabile ostilità” di questa amministrazione contro il più grande delle Antille.

Gli Stati Uniti hanno nuovamente incluso la nazione caraibica in quella lista nel maggio 2020, in una decisione controversa respinta dalla comunità internazionale.

Come ha giustamente sottolineato il ministro degli Esteri cubano, “il divario tra i discorsi e la realtà sta crescendo”. L’amministrazione Biden, nonostante le promesse fatte durante la campagna elettorale di rivedere le relazioni bilaterali, dà continuità alla politica aggressiva contro Cuba e cerca così di giustificare la decisione arbitraria di mantenere le 243 misure attuate da Trump.

Fonte: Granma

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Torquato ha detto:

    Dal momento che Biden non ha nessuna intenzione di rimuovere i blocchi imposti contro Cuba, l’unica cosa da fare è che tutti gli stati favorevoli all’eliminazione dei blocchi comincino a portare a Cuba cibo, un quanto scarseggia e cominciare ad avere rapporti di importazioni ed esportazioni. Solo così si può mettere gli stati uniti che tanto vantano l’inviolabilità dei popoli, di fronte alla loro violenza verso determinati popoli. L’unione fa la forza. Basta volerlo! Però vedo, che tutti ne parlano ma nessuno fa niente di concreto. Viva Cuba!!! Onore a Cuba!!! Vergogna agli stati uniti!!! Abbasso gli stati uniti!!!