Il blocco degli Stati Uniti ritarda lo sviluppo dei candidati vaccini cubani

Print Friendly, PDF & Email

Bruno Rodríguez Parrilla, ministro degli Esteri di Cuba, ha detto oggi sul suo account Twitter che il blocco statunitense ritarda lo sviluppo dei candidati vaccini cubani contro il COVID-19.

Sempre su quel social network, il ministro degli Esteri cubano ha detto che questa politica ingiusta limita gli interventi sanitari e ostacola la lotta contro la malattia contagiosa.

Ha anche precisato che le vessazioni e la persecuzione dei nostri fornitori dell’industria biofarmaceutica sono responsabili della gravità di centinaia di cubani.

Il blocco degli Stati Uniti ritarda lo sviluppo di candidati vaccino, limita gli interventi sanitari e rende difficile affrontare il #COVID19, ha iniziato a esprimere nel suo tweet Rodriguez Parrilla.

“L’assedio e la persecuzione dei fornitori della nostra industria biofarmaceutica è responsabile della gravità di centinaia di cubani”.

I dati preliminari complessivi di tutti i processi di vaccinazione fino ad oggi indicano che più di un milione e 346 mila persone sono state vaccinate con almeno una dose dei candidati vaccini cubani.

Allo stesso modo, 770mila e 390 hanno ricevuto la seconda dose e 148.738 la terza, mentre un totale di 2.223.826 dosi sono state somministrate nel paese.

Fonte: acn

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...