Il blocco degli Stati Uniti colpisce il settore privato di Cuba

Print Friendly, PDF & Email

Il ministro degli Esteri cubano Bruno Rodríguez ha sottolineato oggi l’impatto del blocco statunitense sulle imprese private dell’isola, significativamente colpite dopo l’intensificazione di tale politica.

Nel suo account Twitter, il capo della diplomazia di questa nazione ha detto che mentre il governo di quel paese settentrionale afferma di sostenere questo settore e cercare la sua prosperità, mantiene le misure che ostacolano il suo sviluppo e limitano l’accesso al mercato statunitense.

Recentemente, il Segretario di Stato americano, Antony Blinken, ha assicurato che il suo Paese favorisce i lavoratori privati, conosciuti a Cuba come lavoratori autonom

Tuttavia, Washington mantiene inalterato l’assedio economico, commerciale e finanziario contro l’isola caraibica.

Queste misure sono state intensificate a livelli senza precedenti durante l’amministrazione del repubblicano Donald Trump (2017-2021), con l’imposizione di più di 240 disposizioni che includono la limitazione dei viaggi, colpendo migliaia di lavoratori privati legati all’attività turistica.

Per esempio, solo nel 2019 a quasi un milione di crocieristi è stato impedito di toccare i porti nella più grande delle Antille, il che ha danneggiato migliaia di imprese autonome dedicate al trasporto, all’alloggio e alla ricreazione.

Limitazione dei voli, liste nere unilaterali, persecuzione delle operazioni commerciali e finanziarie, proibizione dell’invio di rimesse e misure per impedire la fornitura di carburante fanno parte dell’arsenale dell’assedio statunitense contro Cuba.

Fonte: Prensa Latina

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: