Ancora un bagno di folla per la visita della D.ssa Aleida Guevara, figlia del Comandante Ernesto Che Guevara

Print Friendly, PDF & Email

La prima giornata di visita di Aleida Guevara a Cosenza, organizzata dal locale Circolo dell’Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba con il suo Segretario Pino Scarpelli, è stata ricca di incontri importanti e partecipati.

Nella mattinata, incontro all’Università della Calabria con il Rettore, prof. Nicola Leone, ed i suoi collaboratori. Un momento di confronto elevato sulla produzione culturale degli Atenei e sulla necessità di scambi culturali sempre maggiori tra i popoli e le Istituzioni accademiche di tutti i Paesi.

Dall’Univeristà Aleida Guevara si è collegata con il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e con il Sindaco di Bari, Antonio Decaro, città dove si recherà tra pochi giorni per ricevere il premio “Magna Grecia 2021” per il suo impegno nella gestione dell’emergenza Covid.

Nel primo pomeriggio, incontro con la dirigente e gli insegnanti di una scuola del territorio, nel quale ci si è confrontati sull’importanza dei processi di istruzione e di formazione per le giovani generazioni. All’incontro hanno partecipato anche Pino Assalone, il Segretario provinciale della FLC-CGIL, il Sindacato dei lavoratori della scuola, e Alessandra Carelli, la Presidente della locale sezione dell’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani Italiani), associazione che si interessa della memoria e dello studio della Resistenza italiana contro il nazifascismo.

Nel secondo pomeriggio, incontro di rappresentanza nel Palazzo della Provincia di Cosenza, sito nel bel Centro Storico della città che Aleida Guevara ha visitato, con il Presidente Franco Iacucci che ha organizzato un’accoglienza molto calorosa. Riconoscimenti per ciò che Cuba ha significato e significa da 60 anni per i processi di liberazione e di sviluppo dei popoli del mondo e per gli esempi concreti di solidarietà internazionale.

A seguire, sempre nelle sale della Provincia, un importante incontro con numerosi medici e studiosi delle questioni relative alla Sanità sul confronto tra il sistema cubano e quello italiano e sull’imprescindibile diritto alla salute per i miliardi di donne e uomini di tutta la Terra. Presente, tra gli altri, la psicologa Alessandra Carlotto, che ha spiegato come si affrontano i disturbi psichici a Cuba. Unanimi gli apprezzamenti per l’impegno esemplare delle Brigate mediche cubane nel mondo, ancor più visibile in questi mesi di terribile pandemia. L’intervento conclusivo di Aleida Guevara, interrotto più volte dagli applausi del pubblico, ha illustrato modalità e pratiche di come Cuba intende e pratica il diritto alla salute per tutto il popolo.

Una cena conviviale con tante compagne e compagni tra i vicoli del Centro Storico ha concluso la prima densa giornata di Aleida Guevara a Cosenza.

Le foto

Potrebbero interessarti anche...