Il blocco nega a Cuba le forniture sanitarie

Print Friendly, PDF & Email

Il blocco degli Stati Uniti nega a Cuba l’accesso alle attrezzature sanitarie e alle medicine, ha denunciato il ministro degli Esteri Bruno Rodríguez.

Nel suo account Twitter, il ministro degli Esteri ha detto che la politica di blocco costringe l’isola a ottenere attrezzature, tecnologie, dispositivi, trattamenti e farmaci prodotti da aziende statunitensi a prezzi esorbitanti.

Rodriguez ha sostenuto che il suo paese deve ricorrere a intermediari o sostituirli con prodotti generici di minore efficacia.

Ha sottolineato nel suo messaggio che questo riguarda anche i neonati e i bambini malati.

Questa situazione continua nonostante che, pochi giorni fa, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite abbia approvato, per la 29ª volta, una risoluzione che esige la fine del blocco economico, commerciale e finanziario imposto da decenni dagli Stati Uniti contro Cuba.

La risoluzione è stata approvata da 184 paesi, con il voto contrario di Stati Uniti e Israele e tre astensioni.

Fonte: Prensa Latina

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: