Cuba condanna l’assassinio del presidente haitiano

Print Friendly, PDF & Email

Il presidente cubano Miguel Díaz-Canel ha lamentato la morte del presidente haitiano Jovenel Moïse e ha condannato con forza l’atto di violenza che ha causato la sua morte.

Nel suo account Twitter, il capo di stato cubano ha inviato un messaggio di condoglianze alla famiglia del presidente e “al fraterno popolo haitiano”, e ha chiesto la pace.

Questo mercoledì il primo ministro ad interim di Haiti, Claude Joseph, ha confermato in un comunicato stampa l’assassinio di Moïse nella sua residenza, nelle prime ore del mattino, per mano di un commando armato composto da persone che parlano spagnolo.

A seguito dell’incidente, la moglie del presidente, Martine Marie Etienne Joseph, che era rimasta ferita, è deceduta nell’ospedale dove era stata ricoverata.

I leader latinoamericani e le figure rilevanti della regione hanno respinto l’assassinio, tra cui il capo di stato boliviano, Luis Arce, il colombiano, Ivan Duque, e il dominicano, Luis Abinader.

L’attuale presidente della Comunità dei Caraibi (Caricom), Gaston Browne, ha convocato i leader del gruppo per discutere la situazione di Haiti.

Il primo ministro di Antigua e Barbuda ha espresso il suo sgomento per gli eventi e ha descritto l’attacco a Port-au-Prince, la capitale haitiana, come deplorevole.

Fonte: Prensa Latina

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...