Comitato internazionale per la pace, la giustizia e la dignità dei popoli: Cuba ha bisogno che il blocco sia tolto ora!

Print Friendly, PDF & Email

Comitato Internazionale: Pace, Giustizia e Dignità per i Popoli – In modo opportunistico e perverso, le reti sociali e gli spazi digitali stanno cercando di chiedere in modo velato un “intervento umanitario a Cuba” con il presupposto di rispondere alla mancanza di farmaci e forniture per affrontare l’aumento dei casi positivi sull’isola, e in particolare, in città come Matanzas, gravemente colpite dal COVID-19.

I lupi travestiti da agnelli inondano le reti di appelli allarmistici, ma non dicono una sola parola su ciò che dovrebbe suscitare maggiore allarme: il blocco statunitense, responsabile delle sofferenze che Cuba sta attraversando nel mezzo della pandemia.

Non chiedono la revoca di una sola delle 243 misure per asfissiare l’economia cubana attuate da Trump, che l’attuale amministrazione Biden mantiene intatte, nonostante la condanna mondiale del blocco espressa da 184 nazioni contro 2, gli Stati Uniti e Israele.

L’appello all’intervento umanitario a Cuba ci ricorda lo stesso copione di vessazioni brutali contro il Venezuela bolivariano, il cui copione è sempre made in USA.

È offensivo a questo punto della vita, con tutto ciò che è stato dato e dimostrato dall’enorme solidarietà di Cuba verso il mondo e del mondo verso Cuba, che si cerchi di imporre la falsa storia che il governo cubano rifiuta l’aiuto solidale.

Ne sono la prova gli oltre 5 milioni di siringhe inviate dalle associazioni di emigranti cubani e dal Movimento di Solidarietà con Cuba dell’America Latina e dei Caraibi.

A questi si sono aggiunti gli invii di varie forniture mediche e contributi finanziari da Germania, Australia, Capo Verde, Canada, Cina, Danimarca, Spagna, Francia, Giappone, Regno Unito, Sud Africa, Vietnam e quelli in preparazione da Italia e Stati Uniti.

Cuba non ha mai lasciato nessuno abbandonato; il suo governo rivoluzionario lavora eroicamente in mezzo alle peggiori condizioni economiche imposte dalle due pandemie: il blocco e il Covid-19 per preservare la vita del suo popolo.

Ha raggiunto l’impresa di essere il primo paese dell’America Latina a creare i propri vaccini che immunizzeranno l’intera popolazione.

Il CECMED, l’Autorità Regolatrice dei Medicinali, delle Attrezzature e della Diagnostica Medica di Cuba, ha autorizzato l’uso di emergenza del vaccino cubano Abdala, la cui altissima efficacia del 92,28% in qualità e sicurezza, lo colloca al terzo posto di importanza dei vaccini contro il Covid-19 nel mondo.

Soberana 02 e Soberana Plus raggiungono il 91,2% di efficacia, collocandosi al 5° posto.

L’odio delle stesse persone che chiedono un “corridoio umanitario” si scatena anche contro i vaccini cubani con una campagna per screditarli nelle reti sociali e negli spazi mediatici.

Avvisiamo gli amici di Cuba in tutto il mondo, uomini e donne di buona volontà, intellettuali e artisti di questa nuova campagna che è tanto opportunista quanto spregevole.

Se vivi negli Stati Uniti e vuoi inviare siringhe al popolo di Cuba, ti suggeriamo di contattare i numerosi gruppi che lavorano contro il blocco: Bridges of Love, NEMO, Codepink-WomenforPeace, Pastori per la Pace, NOC, Comitato Internazionale per la Pace e altre entità che chiedono la fine del blocco.

Entità Internationali e altri che chiedono la fine del blocco e sostengono la vaccinazione Covid-19 sull’isola.

«Cubanoamericani, americani e persone di tutto il mondo, contribuiamo, possiamo aiutare la famiglia cubana inviando loro queste e altre forniture mediche di cui hanno bisogno”.

Il vostro contributo, grande o piccolo che sia, sarà utile, perché con una donazione di 10 dollari possiamo comprare e inviare 300 siringhe, con 100 dollari possiamo comprarne 3.000, il nostro obiettivo è quello di ottenere 100 mila dollari per inviare tre milioni di siringhe”, dice una nota inviata da Carlos Lazo, dell’organizzazione Puentes de Amor”.

Coloro che desiderano contribuire deve farlo attraverso alcuni dei molti canali esistenti che condividiamo con voi:

TRASFERIRE AIUTI FINANZIARI A CUBA

Conto delle donazioni di emergenza: 0300000005336242

Banca finanziaria internazionale

Codice Swift: BFICCUHHXXX

A partire da lunedì prossimo, sarà disponibile l’indirizzo e-mail donacionescuba@mincex.gob.cu, attraverso il quale gli interessati potranno rivolgersi anche per indicazioni o chiarimenti di dubbi.

Stati Uniti d’America

Codepink Woman for Peace: https://www.codepink.org/syringes4cuba

Argentina

Unione dei residenti cubani in Argentina (URCA) e Movimento argentino di solidarietà con Cuba (MasCuba su Facebook).

ITALIA

Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba: italiacuba.ithttps://www.facebook.com/associazione.italiacuba/ – mail: amicuba@italiacuba.it

Francia

Associazione Cuba Linda e France Cuba: www.cuba-linda.com e @AssoCubaLinda

Cuba

Organizzazioni di massa come l’UJC, FMC, CDR, e ONG come il Centro Martin Luther King dell’Avana e varie chiese stanno ricevendo donazioni per aiutare in questa contingenza. Per contattare il Martin Luther King Center scrivere a: direccion@cmlk.co.cu

Tel: (537) 2603940 e (537) 2609731

Il Comitato Internazionale con sede all’Avana ha consegnato questa mattina al Potere Popolare di Matanzas una donazione di maschere, sottogola (nasobuckets) e articoli d’igiene.

Chiediamo agli amici di Cuba, all’enorme Movimento di Solidarietà nel mondo, di abbracciare Cuba e il suo governo rivoluzionario e di chiedere con tutti i mezzi possibili al governo degli Stati Uniti la revoca delle sanzioni e la fine del blocco genocida.

Ricordiamo più che mai in questo momento, le parole di Fidel nella sessione di apertura del Secondo Vertice Iberoamericano dei Capi di Stato e di Governo, tenutosi a Madrid, 29 anni fa, il 23 luglio 1992. Evocando l’eroe nazionale José Martí, il Comandante in Capo ha detto: “Cuba non va in giro per il mondo a mendicare: va in giro come una sorella, e agisce con l’autorità di una sorella. Salvando se stessa, salva. La nostra America non la deluderà, perché lei non deluderà l’America”.

Quello di cui Cuba ha bisogno è che gli Stati Uniti tolgano il blocco ora!

Comitato internazionale per la pace, la giustizia e la dignità dei popoli

Fonte: Cubainformación

Traduzione: italiacuba.it


Per quanto riguarda il materiale sanitario, è necessario:

– Siringa di plastica 1 ml con ago 23 G x 1 pollice di lunghezza.

– Maschere N95 o protezione simile.

– Schermi protettivi per il viso.

– Guanti in nitrile di taglia M e L per il campionamento e il lavoro di laboratorio.

– Mascherine chirurgiche.

– Puntali per filtri da 0 a 10 ul, da 0 a 200 ul e 1000 ul.

– Fiale da 1,5 ml e 0,2 ml.


enlightenedEn cuanto a material sanitario, se necesita:

– Jeringuilla plástica 1 ml c/aguja 23 G x 1 pulgada de largo.

– Máscaras N95 o de similar protección.

– Pantallas Protectoras Faciales.

– Guantes de Nitrilo de las medidas M y L para toma de muestras y trabajos en laboratorios.

– Mascarillas Quirúrgicas.

– Puntas con filtro de los rangos de 0 a 10 ul, 0 a 200 ul y de 1000 ul.

– Sobre batas.

– Viales de 1.5 ml y de 0.2 ml.

Fonte: Granma

Potrebbero interessarti anche...