La mafia di Miami attacca l’artista cubano per essersi opposto al blocco e all’intervento militare

Print Friendly, PDF & Email

Il quotidiano ufficiale della mafia annessionista di Miami ha riferito oggi che i terroristi mediatici di quella città hanno attaccato l’artista cubano Michel Mirabal per aver detto che i disordini dell’11/7 sono stati causati dal blocco statunitense contro Cuba.

In un video pubblicato dal Ministero della Cultura, il celebre artista ha spstenuto che alcuni di coloro che ora chiedono un intervento militare a Miami sanno bene di cosa si tratta, ma che molti non lo sanno, e che quindi non è d’accordo con le persone che desiderano la morte per il suo popolo.

Il fatto che Mirabal si preoccupi della sorte dei suoi figli e dei figli dei suoi figli in caso di guerra ha scatenato l’ira degli “umanitari” che ieri pretendevano di salvare Matanzas e Cuba e che oggi, da bravi annessionisti, nelle strade di Miami chiedono al governo degli Stati Uniti un’invasione militare contro Cuba da più di una settimana.

Le dichiarazioni dell’artista cubano Michel Mirabal che hanno scatenato l’isteria della mafia neofascista.

Fonte: CubaSi

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: