Fidel Castro: riferimento per l’unità rivoluzionaria (video dell’incontro virtuale)

Print Friendly, PDF & Email

Fidel Castro è il presente e il futuro dell’unità dei rivoluzionari, ha affermato oggi il Presidente cubano Miguel Díaz-Canel.

Il Presidente ha parlato al Forum Virtuale Internazionale “Fidel, un uomo di scienza con una visione del futuro”, organizzato dal Forum di San Paolo e dal Partito Comunista di Cuba, con la partecipazione, tra gli altri, di leader politici, intellettuali e il presidente del Venezuela, Nicolás Maduro.

Díaz-Canel ha sottolineato che l’unità propugnata da Fidel Castro è ciò che ha fatto trionfare la Rivoluzione cubana e altri processi rivoluzionari, in cui è stata dimostrata “la capacità di sconfiggere l’impero più potente”.

Ha anche riconosciuto il contributo del leader cubano agli sforzi dell’isola per raggiungere la sovranità tecnologica e scientifica.

A questo scopo, ha ricordato, Cuba si è riempita di centri sanitari, scienziati e scuole, nonostante quello che ha definito come “il blocco ostinato, ingiusto e genocida degli Stati Uniti”, il più grande ostacolo allo sviluppo del paese caraibico.

Ha detto che in tali circostanze, aggravate dalla pandemia di Covid-19, l’uomo nuovo definito da Che Guevara vive e lavora a Cuba.

Li ho visti lavorare per curare i malati tra la speranza dei vaccini e l’incertezza dei nuovi ceppi, ha detto il Presidente.

Ha sottolineato che questa azione riflette il pensiero di Fidel Castro di mettere gli esseri umani al di sopra del profitto.

Díaz-Canel ha ribadito le denunce delle aggressioni subite dal suo paese, nel collimatore del governo statunitense. A questo proposito, ha ringraziato l’appoggio e la solidarietà soprattutto nella regione latinoamericana e caraibica per sconfiggere le manovre anticubane nell’ambito dell’Organizzazione degli Stati Americani.

Non ci lasceremo derubare dei concetti di democrazia, libertà e diritti umani che abbiamo ereditato da Fidel, ha detto.

E ha aggiunto che non ci sarà nessuna aggressione o pressione per distogliere Cuba dai suoi sforzi per costruire un modello socialista prospero e sostenibile.

Nel suo discorso, il primo segretario del Partito Comunista Cubano ha riaffermato il suo appoggio ai governi progressisti della regione che stanno affrontando l’ostilità degli Stati Uniti nel mezzo della lotta contro il Covid-19 e contro le conseguenze del “neoliberismo selvaggio”.

Fonte: Prensa Latina

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...