Cubana de Aviación denuncia il blocco USA

Print Friendly, PDF & Email

La Compagnia Aerea Cubana ha denunciato oggi che la sospensione del meccanismo di compensazione del pagamento del BSP in Spagna costituisce un ulteriore effetto del blocco economico, commerciale e finanziario degli Stati Uniti.

Questi ostacoli e azioni coercitive di Washington contro l’Avana risalgono a più di 50 anni fa e nel mezzo della pandemia si intensificano con nuovi elementi come quello relativo alla compagnia di bandiera di Cuba.

Il comunicato della compagnia aerea ha chiarito che questa modifica non significa la cessazione delle operazioni come alcuni media si sono affrettati a riferire.

La banca che effettua queste compensazioni, insiste la nota, ha espresso la sua impossibilità di continuare, a causa del blocco statunitense.

Questa disposizione non impedisce a Cubana di onorare i suoi impegni con i suoi clienti. L’azienda sta adattando le sue strategie commerciali sul mercato, ha sottolineato.

Cubana, come membro fondatore e attivo dell’Associazione Internazionale del Trasporto Aereo (IATA), ha formalizzato il suo reclamo a questa organizzazione.

La questione è la sospensione della vendita dei biglietti a causa del rischio di fallimento o di cessazione delle operazioni, una misura annunciata dalla IATA il 13 agosto di quest’anno.

Una tale decisione è di solito presa in casi di bancarotta o rischio di bancarotta, il che è estraneo al caso Cubana.

Si riferiscono alla cessazione della presenza della compagnia aerea sul BSP spagnolo e quindi deve smettere di emettere biglietti, documenti elettronici multiuso (EMD) e rimborsi per conto di questa compagnia aerea.

Secondo i documenti della IATA, il BSP costituisce un sistema progettato per facilitare e semplificare le procedure di vendita, notifica e rinvio delle agenzie di viaggio accreditate, con l’obiettivo di migliorare il controllo finanziario e il flusso di cassa.

Quindi, oltre a colpire il meccanismo di prenotazione delle compagnie aeree, la misura ha un impatto particolare sul turismo insulare, secondo le notizie della stampa e i testi della IATA stessa.

Nell’ambito dell’inasprimento dell’assedio statunitense sull’isola, le 243 misure imposte dal suo predecessore Donald Trump, nonostante la pandemia di Covid-19, rimangono intatte nell’amministrazione di Joe Biden.

Fonte: Prensa Latina

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...