La linea aerea Sunwing giungerà in varie destinazioni turistiche di Cuba

Print Friendly, PDF & Email

Dal novembre prossimo, le destinazioni turistiche Jardines del Rey, Holguín, Cayo Santa María e Varadero saranno i nuovi itinerari della Sunwing, un gruppo leader nei  viaggi a Cuba dal Canada, dalle città di Ottawa e Quebec verso l’Isola grande delle Antille.

Una pubblicazione nella web ufficiale informa che la programmazione dei voli  dall’Aeroporto Internazionale del Ottawa è la seguente:

Cayo Coco, i martedì, dal 16 novembre del 2021 al 12 aprile del 2022.

Holguín, i martedì dal 14 dicembre del 2021 al 12 aprile del 2022.

Cayo Santa María, tutti i venerdì dal 12 novembre del 2021 al 8 aprile del 2022. Varadero, le domeniche e i giovedì dal 14 novembre del 2021 al 7 aprile del 2022.

Questi luoghi fanno parte delle 11 destinazioni dei Caraibi e del Messico.

«Dopo un anno difficile siamo ansiosi di trasportare i residenti della capitale di ritorno ai Tropici sotto le nostre ali», ha commentato Andrew Dawson, Presidente delle Operazioni Turistiche di Sunwing.

Il Turismo canadese ritorna ai Giardini del Re

Nonostante le proibizioni del blocco statunitense e i limiti imposti dalla COVID-19, l’ aeroporto Internazionale Giardini del Re, a Cayo Coco, mantiene le porte  aperte al mondo dal quattro settembre del 2020,  data d’inizio delle operazioni aeree con l’arrivo di  Nordwind e Azur Air, del mercato russo, e, più tardi, di Air Canada.

Le bellissime spiagge dell’arcipelago, le favorevoli condizioni climatiche e l’ospitalità delle persone sono attrazioni molte apprezzate di Cuba dal paese del nord, che è il primo mercato portatore di turisti nell’Isola grande delle Antille.

In accordo con un comunicato nel sito web del Ministero del Turismo della Repubblica di Cuba, pubblicato il 6 settembre, Cuba prepara le condizioni per aprire gradualmente le frontiere del paese a partire dal 15 novembre del 2021, «considerando i passi avanti nel processo di vaccinazione in Cuba, la sua efficacia dimostrata e la prospettiva che più del 90% del popolazione concluderà i calendari di vaccinazione nell’undicesimo mese dell’anno.

Inoltre si specifica che «si renderanno più flessibili i protocolli igienico – sanitari all’arrivo dei viaggiatori, centrati nella vigilanza di pazienti sintomatici e la misurazione della temperatura. Inoltre si realizzeranno prove diagnostiche in  maniera aleatoria, non si esigerà  il PCR all’arrivo e si riconoscerà il certificato di vaccinazione dei viaggiatori.

«S’inizierà l’apertura del mercato interno turistico in maniera graduale, in corrispondenza con gli indici epidemiologici di ogni territorio», conclude.

Fonte

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: