Cuba conferma all’ONU la sua intenzione di raggiungere la piena giustizia sociale

Print Friendly, PDF & Email

Il presidente di Cuba, Miguel Díaz-Canel, ha confermato alle Nazioni Unite la volontà del suo governo di raggiungere la piena giustizia sociale e combattere la discriminazione razziale. Il presidente cubano individua il capitalismo per il razzismo persistente

Parlando alla riunione di alto livello per celebrare il 20° anniversario della dichiarazione e del programma d’azione di Durban, il presidente ha ricordato che la Costituzione della nazione prevede l’uguaglianza delle persone davanti alla legge.

I cubani ricevono la stessa protezione e trattamento dalle autorità e godono degli stessi diritti, libertà e opportunità, ha aggiunto.

Per far avanzare ulteriormente il lavoro emancipatore della Rivoluzione, il Piano Nazionale contro il razzismo e la discriminazione nel paese caraibico è stato approvato nel novembre 2019, ha detto.

Questo programma, ha aggiunto, favorisce una lotta più efficace contro i pregiudizi razziali e i problemi sociali che ancora persistono nella nostra società.

Il capo di stato ha anche ricordato il sostegno dell’isola all’eliminazione del razzismo al di fuori dei suoi confini.

Migliaia di cubani hanno sostenuto i movimenti di liberazione nazionale in Africa contro l’opprimente regime dell’apartheid. Migliaia di altre persone hanno fornito aiuti di solidarietà, in particolare nel settore della salute”, ha sottolineato.

Non cederemo nel perseguimento della piena giustizia sociale, ha esaltato. I popoli del mondo potranno sempre contare sul contributo di Cuba affinché gli impegni che abbiamo preso 20 anni fa a Durban diventino realtà”, ha concluso.

https://youtu.be/ebN87wBucRs

Fonte: Prensa Latina

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...